Mentre la compagine si appresta a tenere due concerti in diretta streaming dal teatro Alighieri di Ravenna, il primo dei quali domattina alle 11 con la Sinfonia n. 3 e l’Incompiuta di Schubert, il sindaco Michele De Pascale annuncia: «San Romualdo diventerà la casa dell’Orchestra Cherubini».

«Mi fa molto piacere annunciare, ancora di più in questo momento tanto difficile per il mondo della cultura e della musica, che l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini avrà presto una “casa” in città, in grado di ospitare in spazi adeguati questa esperienza così straordinaria. L’orchestra, fondata da Riccardo Muti nel 2004, vede il Comune e Ravenna Manifestazioni fra i suoi soci, e da allora ha regalato alla nostra città momenti indimenticabili di grande visibilità internazionale, come accadrà anche i prossimi 22 e 29 novembre con due concerti diretti dal maestro Muti in diretta streaming».

Già effettuati i sopralluoghi insieme a Muti, «verso cui siamo tutti immensamente riconoscenti»: la chiesa di San Romualdo fa parte del complesso della Biblioteca Classense, ed è, anche su conferma dei tecnici, «spazio appropriato per realizzarvi un auditorium che possa appunto ospitare la Cherubini in maniera stabile. La relazione fra la musica, il patrimonio della biblioteca e le sale studio e di pubblica lettura arricchirà ulteriormente l’offerta culturale della città».

«Ovviamente – prosegue il sindaco – lo spazio potrà essere utilizzato anche dalle altre orchestre e istituzioni musicali e culturali della città, in primis dall’Istituto Verdi».

Parte ora un lavoro tecnico per gli adeguamenti acustici e strutturali, che partiranno dopo la conclusione della mostra “Dante gli occhi e la mente”, per essere pronti per l’ottobre del 2021.

Concerti su: ravennafestival.live

«Un connubioperfetto, la cittàlo meritava»

Molto soddisfatti della decisione presa presidente e direttrice dell’Istituto superiore di studi musicali “Giuseppe Verdi”. «La nostra città meritava questa ulteriore attenzione verso la musica e la cultura – dichiara Adriano Maestri –. Ne godrà in primis l’Orchestra Cherubini, che troverà a Ravenna una propria casa, ma anche il nostro valoroso conservatorio e le associazioni dedite alla musica». Per Anna Maria Storace «la Cherubini e il conservatorio nello stesso spazio è una luce che si accende per tutti noi. Poter avere una orchestra stabile di così grande valore e dare uno spazio ai giovani studenti dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica rappresenta il connubio perfetto».

Argomenti:

Orchestra Cherubini

riccardo muti

san romualdo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *