Ravenna, l’azienda Acg tra i “leader della crescita” del Sole 24Ore


Per la prima volta nella sua storia (è stata fondata nel 2015) l’azienda ravennate ACG Spa è entrata a far parte della classifica delle imprese “Leader della crescita”, la particolare graduatoria realizzata da Statista e dal Sole 24Ore (e consultabile al link https://lab24.ilsole24ore.com/leader-della-crescita-2023/) che registra le migliori performances delle imprese italiane nel triennio precedente (quindi, in questo caso, nel periodo 2018-2021).

Per ACG, che si piazza alla posizione numero 236 su 500 imprese analizzate, la crescita del triennio in questione è stata notevole: da 20 milioni 625 mila euro di fatturato nel 2018 si è passati ai 54.976 del 2021, con un aumento di personale da 118 a 151 addetti. L’indice di crescita media annuale del triennio (Cagr) è del 38,65%.

Comprensibile la soddisfazione del management dell’azienda, sorta nel 2015 da un’idea strategica del consorzio Ar.Co. Lavori con la precisa volontà di farla diventare un “braccio operativo” nel difficile momento post-crisi degli anni 2012-13.

La compagine societaria nel corso degli anni è mutata e si è modulata secondo le esigenze determinate dalla crescita di fatturato e obiettivi, con l’ingresso di nuovi azionisti che sono anche e soprattutto partner industriali.

Nel 2019 è iniziato un nuovo percorso e nel capitale sociale di ACG Spa – condividendo l’idea di creare un soggetto che sul territorio potesse rappresentare il mondo cooperativo – sono entrate CONSAR e CIICAI, radicate cooperative ravennati leader nei loro settori, nonché Global Point Srl, società formata da storiche imprese artigiane ravennati (Nuova Francesconi e MTB) che si occupa di manutenzione generale.

Grazie a questa nuova compagine, ACG ha affrontato il mercato puntando in particolare su tre macro-aree di lavori: sottoservizi (teleriscaldamento, linee acqua, linea adduzione gas); realizzazioni in ambito ospedaliero (tra cui: sale TAC, Risonanza Magnetica, Emodinamica); esecuzione di opere edili civili, commerciali, pubbliche. Con un mercato che spazia principalmente in quattro territori: Sardegna, Piemonte, Toscana ed ovviamente Emilia-Romagna.

“La nostra presenza fra i Leader della Crescita del Sole24Ore mi riempie d’orgoglio, e per questo risultato voglio innanzitutto ringraziare i nostri lavoratori, da un lato, e i nostri soci, dall’altro – sottolinea il presidente di ACG, Enea Casadei Baldelli -: soprattutto al termine di un anno complesso come il 2022, dove anche a fronte di una evidente crisi complessiva – la guerra in Ucraina, il costo delle materie prime, una crescente spirale speculativa – abbiamo scelto di sostenere i cantieri nonostante l’aumento dei costi diretti e indiretti e la difficoltà nel reperimento dei materiali. Merito del sostegno dei nostri azionisti, che anche recentemente hanno dimostrato la volontà di credere nell’azienda, sottoscrivendo un importante aumento di capitale sociale”.

ACG può insomma guardare al futuro con buone prospettive grazie a un portafoglio lavori acquisiti per circa 100 milioni di euro, che coprono al 90% il fatturato del 2023 e 2024.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui