Ravenna, in piazza sabato contro l’affossamento del Ddl zan

L’Arcigay di Ravenna, dopo l’affossamento del Ddl Zan, caduto in Senato col voto segreto, decide di scendere in piazza per mantenere vivo il dibattito sull’omotransfobia. L’appuntamento è per questo sabato alle 17 in piazza Kennedy, dove l’associazione presieduta da Ciro Di Maio ha chiamato a raccolta «i sostenitori di un disegno di legge che tuteli le persone dai crimini d’odio». Scopo del Ddl, infatti, era quello di fissare l’illegalità dei comportamenti discriminatori relativi all’orientamento sessuale e identità di genere.

«Ravenna vuole mostrare alla politica che la società civile è stanca di rimanere in silenzio – spiega Di Maio – e che trova vergognoso esultare per l’affossamento di una legge che tutela le vite. Ci saremo con i nostri volti, nomi e corpi, perché non ci nascondiamo di fronte alla segretezza di un voto, ma rivendichiamo il nostro spazio». Il presidente di Arcigay Ravenna ricorda, inoltre, il recente caso di omotransfobia avvenuto a Ferrara, «dove dei ragazzi sono stati aggrediti il 31 ottobre con petardi, insulti e invettive con dei richiami al fascismo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui