Ravenna in lutto per la morte di Guido Vicari

Ravenna piange Guido Vicari, morto a 65 anni. Figura molto nota in città, fin da giovane impegnato in battaglie sociali, fu legato al gruppo che fondò il Manifesto a Ravenna, giornale a cui fu sempre legato tanto che a Natale regalava spesso l’abbonamento a parenti e amici. “C’è chi lo ricorda come iscritto all’Anpi o rappresentante del Prc nella Terza Circoscrizione, chi come rappresentante dei genitori nel consiglio di Istituto nella scuola dei figli, chi al “mercatino della poesia” in piazza San Francesco come uno degli organizzatori di questa manifestazione” come viene tratteggiato alla notizia della sua scomparsa. Nel 2007 nasce la Guido Vicari Editore con l’intento e desiderio di pubblicare la poesia ricercando testi di poeti sconosciuti. C’è chi lo ricorda alle iniziative poetiche del Mama’s con Franco Costantini e altri poeti, chi lo ricorda, ormai non più ragazzino, partecipare ai corsi di musica Rap al Cisim di Lido Adriano e chi lo ricorda alla cassa dello stand gastronomico dell’Associazione di Amicizia Italia Cuba a Russi durante la “Fira di sett dulur”, chi come partecipante a Cuba alla brigata “Gian Maria Volontè” dove con la figlia del grande attore, Gigi Tartaull e Valeria portavano, armati di telone e video proiettore, i film del grande amico di Cuba sulla Sierra dell’Escambraj. Martedì pomeriggio alle 14.45 l’ultimo saluto alla camera mortuaria di Ravenna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui