RAVENNA. Nonostante il forte temporale all’alba e le variabili imposte dall’emergenza sanitaria, oltre 400 persone hanno preso parte stamane all’Urban Trail Ravenna Città d’acque, che alla luce del plotone di runner e camminatori è stata la manifestazione più partecipata post Covid-19. La nona edizione, sia pur nel rigido rispetto delle regole di sicurezza imposte dai protocolli Coni, Fidal e Uisp, ha rappresentato un momento capace di coniugare sport, socialità e storia. Le partenze scaglionate, l’autocertificazione, le modalità di iscrizione digitalizzate, il triage, il distanziamento e la prima pioggia di agosto non hanno tenuto lontani gli amanti del cammino e della corsa (368) e i camminatori assetati di conoscenza (61) che hanno comunque seguito i due percorsi di 5 e 12 km e le quattro visite guidate su alcuni temi del libro Ravenna Città d’Acque, la pubblicazione Danilo Montanari Editore che quest’anno ha arricchito la manifestazione.

Argomenti:

ravenna

urban trail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *