Ravenna, il Fassbinder di Nerval al teatro Alighieri

“Le lacrime amare di Petra Von Kant” è il titolo che propone questa sera (ore 21) all’Alighieri la compagnia Nerval Teatro per la stagione dei teatri 2021-22.

Il rapporto complesso e claustrofobico tra la stilista Petra Von Kant e la sua assistente Marlene è al centro di questo testo teatrale di Rainer Werner Fassbinder, profonda analisi dell’universo femminile da cui lo stesso regista trasse nel 1972 il celebre film con Hanna Schygulla. Ed è proprio la natura anfibia dell’opera che il progetto intende indagare, mescolando il linguaggio del teatro e quello del cinema per sondare il limite tra realtà e finzione, attore e personaggio, sperimentazione e narrazione.

Con questa profonda analisi dell’universo femminile, la compagnia avvia un percorso di esplorazione del mondo poetico di Fassbinder per approfondirne il linguaggio e l’incidenza sul contemporaneo.

La scena suggerisce la percezione di uno spazio cinematografico, un set dove tutto è a vista, non esiste un fuori, le attrici con i loro sguardi e silenzi tracciano una drammaturgia dello spazio e della psiche sotto l’occhio attento di Marlene, che tiene costantemente i fili dei personaggi e della storia sotto una lente di ingrandimento, occhio anche inteso come telecamera in costante movimento, in un adagio continuo.

Nerval Teatro è stata fondata nel 2007 da Maurizio Lupinelli (premio Ubu) ed Elisa Pol e intreccia l’attenzione alla drammaturgia contemporanea a un percorso artistico con persone che vivono situazioni di marginalità sociale.

Biglietti da 5,50 a 26 euro. Sono a disposizione biglietti gratuiti per gli studenti universitari iscritti al polo di Ravenna. Info su fondazioneflaminia.it, ravennateatro.com.

Info: 0544 249244

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui