Ravenna, il calendario invernale dell’orchestra LaCorelli

Dopo un’estate di ripetute presenze in rassegne musicali di prim’ordine (Ravenna Festival, Mascagni Festival, Musart, Mittelfest) e collaborazioni eccellenti (Neri Marcorè, Claver Gold, La Rappresentante di Lista, Goran Bregović), LaCorelli è di ritorno sulla scena artistica locale e nazionale con “Controsensi”. Questo il nome della Stagione tenuta a battesimo nei giorni scorsi dalla Direzione Artistica guidata da Jacopo Rivani e appena pubblicata sul sito ufficiale www.lacorelli.it. Un Cartellone di oltre 30 appuntamenti musicali che, come suggerisce il titolo, vuol essere un’indagine artistica alla ricerca della contraddizione, dell’accostamento inedito, del rimando inconsueto, del rovesciamento di significato, di ciò che sembrava e che non è. Per farlo si è scelta la formula dell’happening musicale di breve durata: concerti snelli, dal format leggero, per lasciare sempre nell’ascoltatore un certo appetito e la voglia di tornare a godere presto di un nuovo concerto. 


La Stagione si articola tra i palcoscenici romagnoli e la scena nazionale, ed è sostenuta da una solida rete di partenariato che, oltre al MiBACT e alla Regione Emilia Romagna coinvolge i Comuni di Ravenna, Cervia, Castel Bolognese, Faenza, Brisighella, Bagnara di Romagna e Casola Valsenio. Varie ed interessanti le nuove produzioni originali al debutto in prima assoluta, a partire da “Melologic II“, melologo che mescola una trama operistica alla tecnologia moderna dando vita ad un avvincente opera-game giocato tra narratore, orchestra e pubblico. E ancora, “Io e V – Una relazione a quattro”, viaggio introspettivo nella vicenda umana e artistica di una giovane musicista che racconta il suo personale rapporto con il violino e con la musica. Il gusto per la contaminazione trova spazio nel nuovo progetto di rap sinfonico proposto da Moder insieme all’Orchestra Corelli, mentre “Prima di ogni altro amore” rende omaggio alla figura di Pier Paolo Pasolini in chiusura di questo 2022, che lo ha visto celebrare come uomo e artista a cento anni dalla nascita. 


Tra le altre novità, l’arrivo di collaborazioni artistiche inedite (come quella con gli artisti della Compagnia Spazio A – Galla & Teo Associazione Culturale di Ravenna) e l’ingresso di nuovi Direttori ospiti, scelti tra un parterre di giovani talenti e di volti noti del panorama nazionale (accanto a Jacopo Rivani, direttore stabile, saranno impegnati tra gli altri Manlio Benzi, Marco Comin, Giacomo Mutigli, Alicia Montorsi Galli, Mattia Dattolo Giovanni Marco Di Lena). Altre collaborazioni importanti sono quella, rinnovata, con Fabrizio Meloni, primo clarinetto del Teatro alla Scala di Milano e quella nuova di zecca con l’OFI – Orchestra Filarmonica Italiana, ospitata per la prima volta in Stagione. Una Stagione che si farà conoscere anche sulla scena nazionale, con appuntamenti su prestigiosi palcoscenici quali il Teatro degli Arcimboldi di Milano e il Teatro Sociale di Como, passando per le città di Pordenone e Venezia.

«Con Controsensi LaCorelli inaugura con slancio un nuovo triennio produttivo che la vede sempre più al centro della vita culturale ravennate e non solo», afferma Jacopo Rivani, Direttore artistico e musicale. «La soddisfazione per la conferma del sostegno da parte del MiBACT è  massima e testimonia l’ottimo lavoro svolto da tutta la nostra squadra, a partire dal Presidente Alfredo Branzanti e dal Direttore Generale Nicolò Grassi, fino a tutto il team di professionisti da anni impegnati in questa mission artistica e culturale». Il ricco cartellone di “Controsensi” debutterà il 2 ottobre per concludersi il 23 dicembre, andando a chiudere l’anno concertistico 2022 de LaCorelli all’insegna di una ricca offerta musicale. A partire da febbraio, però, possiamo aspettarci altre sorprese, con l’arrivo di una nuova Stagione incentrata sulle collaborazioni tra i professionisti e i loro allievi più promettenti, che si intitolerà non a caso “Talenti”. Programma, info e biglietteria di “Controsensi” sono consultabili in anteprima sul sitowww.lacorelli.it e sui canali social de LaCorelli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui