Ravenna, i sindacati: “Crociere, rinforzare l’organico della polizia a Porto Corsini”

Per garantire la sicurezza dei crocieristi in arrivo e in partenza dall’Hub portuale di Porto Corsini, i sindacati ribadiscono la necessità di ampliare l’organico della polizia di stanza al porto. Nella mattina di ieri, le organizzazioni sindacali in rappresentanza di tutti i poliziotti ravennati (Siulp, Sap, Fsp, Coisp e Silp Cgil) hanno avuto un incontro con il Questore di Ravenna per definire gli orari che i poliziotti della Sezione porto dovranno osservare per garantire i servizi necessari per lo sbarco e imbarco dei turisti dal porto di Ravenna. Tutte le OO.SS. hanno evidenziato ancora una volta l’esigenza di avere dal Dipartimento della p.s. i rinforzi specialistici di Polizia di Frontiera, per evitare il collasso dell’attuale impianto operativo che oggi si regge sulla professionalità e abnegazione dei pochi poliziotti in forza al predetto Ufficio.
“Il Questore – si legge in una nota – ha convenuto con la legittima richiesta, atteso che l’attuale situazione che prevede l’arrivo di oltre 100 navi e quasi 175.000 passeggeri, condizione non sostenibile con i soli sei agenti in organico al porto, che saranno così impegnati fino al 30 ottobre, e parallelamente dovranno seguire l’ordinaria attività del traffico commerciale. Le parti, oltre a definire gli orari, si sono congedate con l’impegno comune a sollecitare il Ministero dell’Interno, per il tramite delle rispettive Segreterie nazionali ricordando che anche una interrogazione parlamentare è stata depositata all’attenzione del Ministro dell’Interno sulla questione per trovare, su più fronti ed in tempi celeri, una soluzione alla vicenda”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui