Ravenna, i numeri del consiglio comunale dal 2016 al 2021

In una nota la presidente del consiglio comunale di Ravenna Livia Molducci ha tracciato il bilancio di cinque anni di lavoro: “Con la seduta del Consiglio Comunale del 10 agosto si è conclusa l’attività ordinaria del Consiglio Comunale di Ravenna insediatosi il 7 luglio 2016.

Ora il Consiglio rimarrà in carica esclusivamente per adottare eventuali atti urgenti ed improrogabili sino alla proclamazione dei nuovi consiglieri che saranno eletti con le consultazioni amministrative indette per il 3 e 4 ottobre 2021. Dalla data di insediamento del Consiglio comunale, e dunque per oltre cinque anni sono stata chiamata a svolgere le funzioni di Presidente del Consiglio comunale di questa città e da allora ogni giorno ho seguito da vicino il lavoro dei singoli consiglieri, delle commissioni e naturalmente dell’assemblea consiliare.

E’ stato un lavoro impegnativo ma che ha dato certamente buoni risultati, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Le cifre totali di questi anni parlano da sole e dimostrano un impegno, una presenza ed una produttività di cui tutti i consiglieri possono essere soddisfatti:

187 sedute di consiglio comunale, 159 sedute della Conferenza dei Capigruppo, 627 sedute delle 10 commissioni consiliari, con 2.395 atti amministrativi trattati così suddivisi:

659 proposte di deliberazioni, 472 interrogazioni a risposta in consiglio e 187 a risposta scritta, 135 mozioni, 349 ordini del giorno e 593 question time (introdotti dal 2018).

Questo Consiglio Comunale ha vissuto il difficile momento storico della crisi sanitaria, sociale ed economica conseguente alla pandemia che ha colpito duramente anche la nostra comunità e proprio questa situazione ci ha spinto a ricercare soluzioni collettive condivise da tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio. Penso in particolare al confronto che si è svolto sulle iniziative e i correttivi per alleggerire la tassazione locale ed alle misure di sostegno sociale messe in campo dall’amministrazione. Particolare motivo di soddisfazione è stata poi l’approvazione di alcune modifiche al Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale con l’obiettivo di rendere ancora più efficiente ed efficace il lavoro dell’assemblea e delle commissioni. Al termine di questa consiliatura, ritengo dunque di rivolgere un sentito ringraziamento oltreché ai colleghi consiglieri comunali, al Sindaco e alla Giunta e a tutti coloro che, ai vari livelli istituzionali, hanno collaborato in questi anni all’attività del consiglio comunale e delle commissioni consiliari: dai rappresentanti di Enti e Istituzioni che hanno partecipato a sedute consiliari tematiche al personale dell’Ufficio Stampa che ha seguito le sedute consiliari ed ai tecnici dei Sistemi Informativi che hanno supportato il consiglio nello svolgimento delle sedute in video conferenza durante tutto il periodo dell’emergenza sanitaria garantendone la continuità dell’attività.

Un ringraziamento particolare infine vorrei rivolgere allo staff dell’Ufficio di Presidenza e della Segreteria Generale una preziosa struttura di supporto per tutte le attività consiliari”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui