Ravenna, happy hour: nei bagni si riparte

Nell’estate in arrivo saranno sei le serate in cui gli stabilimenti balneari potranno rimanere aperti fino alle tre di notte. Tra queste figurano anche l’8 e il 9 luglio in concomitanza dell’evento del Jova Beach Party che promette di portare nei lidi ravennati migliaia di persone. Le altre sere speciali saranno il 2 luglio in occasione della Notte rosa, il 22 luglio per la festa di Sant’Apollinare, patrono di Ravenna, che si celebra il 23 luglio, il 10 agosto in occasione della notte di San Lorenzo e il 14 agosto. Queste disposizioni sono il frutto dell’ordinanza del Comune, integrativa a quella regionale relativa a una regolare e sicura fruizione del litorale ravennate e per vivere in sicurezza la spiaggia.In continuità con gli anni scorsi è stato disposto che i servizi di salvamento saranno assicurati dall’ultimo fine settimana di maggio al secondo fine settimana di settembre dalle 9,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 18,30.

Gli orari e gli spettacoli

L’orario di apertura degli stabilimenti è fissato liberamente dal titolare o gestore nell’arco temporale ricompreso tra le 5 e le 2 del giorno successivo. Le attività accessorie che vi si possono organizzare (piccoli trattenimenti e spettacoli) devono terminare entro le 24, mentre possono essere organizzati dalle 18 all’1 del giorno successivo trattenimenti danzanti, pubblici spettacoli, pubbliche manifestazioni sportive. I titolari e i gestori degli stabilimenti sono, inoltre, autorizzati a svolgere nelle ore pomeridiane particolari forme di intrattenimento e svago danzante, in tutti i giorni della settimana tra le 17 e le 20.

Stop all’inquinamento acustico

Per chi effettua attività di trattenimento danzante e spettacoli all’aperto, è obbligatorio installare un fonometro che consenta la verifica del rispetto dei limiti fissati dalle normative. L’obbligo sussiste anche per gli stabilimenti balneari che effettuano piccoli trattenimenti e spettacoli.

Divieto di fumo

È in vigore fino all’ultima domenica di ottobre l’ordinanza che prevede l’assoluto divieto di fumo nella battigia (la fascia di spiaggia larga 5 metri dalla linea di marea) e nel tratto di mare antistante la costa, per una profondità di 300 metri dalla battigia. Nelle restanti zone della spiaggia è vietato l’abbandono di rifiuti. Le violazioni saranno punite con le sanzioni amministrative pecuniarie da 60 a 300 euro.

Aree fruibili dai cani

Sarà garantita la fruibilità delle aree cani individuate lo scorso anno. L’utilizzo è consentito dall’alba al tramonto nel periodo compreso tra il secondo fine settimana di giugno e il secondo fine settimana di settembre. Gli stabilimenti hanno facoltà di individuare aree debitamente attrezzate, delimitate e riservate per l’accoglienza di animali domestici.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui