Ravenna, in grembiule in casa per la foto “di classe”

RAVENNA. Una foto di classe scattata dal salotto di casa che riunisce tutti gli studenti in un mosaico. È questa l’idea presentata pochi giorni fa dagli insegnanti della scuola primaria Camerani di Ravenna ai genitori dei giovani alunni, che non hanno esitato un istante a portare a compimento il piccolo progetto. «Nella nostra chat – spiega Francesco, rappresentante di classe per una sezione della quinta elementare – qualcuno ha fatto notare che quest’anno i bambini non avrebbero potuto fare la foto. Ci è sembrata una cosa davvero triste. In fondo, le foto di classe non sono solo immagini su una pellicola, sono ricordi che scandiscono la vita di ognuno di noi. Io, per esempio, le ho conservate tutte, dalle elementari al liceo. Così – racconta – abbiamo chiesto ad ogni famiglia di fare una foto al figlio o alla figlia con il grembiule, poi abbiamo contattato un fotografo che si è reso disponibile ad ultimare il fotomontaggio». Una maniera semplice, quindi, perché l’emergenza non pregiudichi tutte le esperienze solite di un normale percorso scolastico. «È una sorta di segnale di resilienza, – riprende Francesco – la situazione è grave, ma non possiamo pensare che debba toglierci qualsiasi cosa. Alcuni bambini o ragazzi stanno concludendo l’ultimo anno di elementari, medie e superiori: al di là della didattica, di cui nel nostro caso non ci possiamo lamentare, sappiamo che sui loro banchi e con le stesse persone non ci torneranno più. Nel nostro piccolo, – conclude – abbiamo provato a fare qualcosa di significativo».

Un gesto originale che, con il consenso dei genitori, come Corriere Romagna abbiamo voluto premiare, pensando anche al sorriso che potremo strappare a quei bimbi nel vedersi sul giornale. E se qualche altra classe vorrà seguire questo esempio saremo lieti di ospitarli.

Commenti