RAVENNA. Un sito di prenotazione in stile “Booking” per la terza età. Un progetto innovativo, semplice e del tutto ravennate quello intitolato “La Casa Delle Case”, con cui Manila Dell’Agata e Davide Cavagnola, entrambi quarantenni, cercano di trovare una sistemazione ad anziani non più autosufficienti attraverso un sito web che ricalca le dinamiche del colosso delle prenotazioni olandese.

Il meccanismo
Cercando contatti con strutture di tutta Italia che possano effettivamente ospitare persone in difficoltà – come case famiglia, case di riposo o comunità di alloggio – i due colleghi, di professione graphic designer, hanno dato forma a una piattaforma che, seppur ancora in fase embrionale, fornisce già soluzioni precise per i bisogni della fascia senile della popolazione. «L’idea nasce da una necessità personale – racconta Manila –. Pochi anni fa sono stata costretta a cercare un aiuto per occuparmi di mio nonno, che non riusciva più a far fronte da solo alle necessità di tutti i giorni. Avendo incontrato non pochi problemi per la scelta del luogo in cui affidarlo in cura, visto che sul web le informazioni di settore sono confuse e poco aggiornate, ho pensato alla possibilità di creare il sito che oggi stiamo costruendo. Il prodotto finale – spiega – sarà un strumento di ricerca geolocalizzato, completo di diversi filtri di scrematura con cui chiunque si occupi dell’anziano potrà selezionare la struttura che meglio risponde alle specificità della condizione di quest’ultimo».

Non si parla, però, solo di edifici abilitati o camere da occupare: con pochi click, infatti, si potrà accedere anche a servizi rivolti ai cittadini più avanti con l’età, per esempio montascale o ausili medici specifici. «Diverse aziende – riprende Manila – ci hanno chiesto l’esclusiva. Per ora, però, non abbiamo ancora avviato una campagna di pubblicizzazione, perché stiamo aspettando di poter funzionare a pieno regime, acquisendo conoscenze e registrando un numero sufficiente di organismi ricettivi in tutto lo Stivale. Indicativamente poi – aggiunge – fino alla fine del 2020 l’iscrizione di ogni struttura avverrà a titolo gratuito, mentre in futuro chiederemo una quota d’iscrizione simbolica di più o meno 200 euro annuali, che ci permetterà di coprire le spese di gestione e di manutenzione del sito, all’interno del quale ogni utente avrà una propria paginetta con contatti e foto, esattamente a modello dei famosi portali internazionali riservati a hotel e b&b. Ciò che rimarrà invariato, invece, sarà la percentuale da noi percepita dopo ogni prenotazione, pari a zero». Per chiunque volesse consultare il sito, l’indirizzo a cui riferirsi è www.lacasadellecase.it.

Argomenti:

anziani

portale

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *