Ravenna, Fridays for Future contro il rigassificatore

Gli studenti e le studentesse di Fridays for Future di Ravenna tornano a fare sentire la propria la propria voce. “A pochissimi giorni dalle elezioni – si legge in una nota – questa campagna elettorale ha parlato ancora troppo poco di crisi climatica, eppure eventi estremi come quello nelle Marche e nel nostro territorio, dei giorni scorsi continuano e caderci sulla testa. L’incapacità della politica di affrontare organicamente e con determinazione il tema, è sconcertante. Ancora di più nel nostro territorio dove si continua ad alimentare una disinformazione allarmante rispetto a
quelle che dovrebbero essere le politiche necessarie ad abbandonare le fonti fossili.
A partire dal rigassificatore, spacciato come infrastruttura necessaria, ma che ci vincolerebbe al gas ancora per decenni. Oltretutto, ancora più allarmanti sono i recenti contenuti del decreto Fer2 che rischierebbero di bloccare risorse pubbliche per la realizzazione degli impianti eolici in Emilia-Romagna.
Le modalità con cui oggi si sta affrontando la transizione energetica sono al limite del paradosso: invece di riconoscere l’urgenza della crisi climatica ed operare di conseguenza si stanno determinando scelte di carattere geopolitico ed economico che nulla hanno a che vedere con le soluzioni veramente necessarie.
Proprio quel sistema economico malato che ha generato il problema, ad oggi piuttosto che riconoscerlo e tentare di risolverlo, non sta facendo altro che continuare ad alimentarlo per i propri interessi. Per questa ragione Fridays for Future Italia ha lanciato la propria agenda climatica cercando di mettere ordine a quelle che dovrebbero le azioni da intraprendere da questa classe politica partendo dal tema dei trasporti, dell’energia, del lavoro, dell’edilizia e della povertà energetica e della crisi idrica”.
Le proposte sono visionabili a questo link.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui