Ravenna, figlio e colf interrogati sulla morte del dottor Molducci

Hanno parlato per quasi due ore ciascuno, decidendo di rispondere alle domande del pubblico ministero orientate a fare luce sul loro possibile coinvolgimento nella morte del dottor Danilo Molducci. Ieri mattina il figlio del medico di base e la badante che lo ha accudito nella sua casa-studio di Campiano fino al 28 maggio 2021, giorno del decesso all’età di 67 anni, sono stati sentiti singolarmente dal sostituto procuratore Angela Scorza nell’ambito dell’inchiesta che li vede entrambi indagati in concorso per omicidio volontario. L’interrogatorio potrebbe essere l’ultimo atto delle indagini sulle circostanze che hanno portato alla morte del medico, ritenute sospette. E starà alla Procura ora valutare se le risposte fornite dal figlio 39enne del defunto (residente a Castrocaro e difeso dall’avvocato Claudia Battaglia) e dalla domestica romena di 51 anni (assistita dal legale Antonio Giacomini) chiariscono i fatti o continuano ad alimentare i dubbi.

L’articolo e gli approfondimenti sul Corriere Romagna, oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui