Si spacciavano per dipendenti comunali che avevano mascherine da vendere a domicilio. Una truffa in piena regola quella che qualcuno ha tentato di mettere a segno in queste ore nelle vie di Ravenna. Episodi deprecabili segnalati anche al Comune che ha voluto mandare una immediata comunicazione per sensibilizzare la cittadinanza: <Avendo appreso che alcuni cittadini sono stati contattati da persone che, spacciandosi per dipendenti comunali, affermavano di avere delle mascherine da vendere, l’amministrazione comunale – si legge in una nota – chiarisce che non svolge assolutamente questo tipo di attività e invita tutta la popolazione a diffidare di chiunque faccia questa o altre simili affermazioni. Si precisa inoltre che tutte le persone – dipendenti o volontari – che per conto del Comune stanno in questi giorni svolgendo servizi a favore della popolazione lo fanno nel pieno rispetto delle norme previste in tema di distanze di sicurezza>.

Argomenti:

comune

coronavirus

mascherine

ravenna

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *