Ravenna: discoteche, cinema e ambulanti, pronti i ristori


RAVENNA – Pronti i ristori a sostegno di discoteche e sale da ballo, commercio su area pubblica nelle fiere, ristorazione ambulante, spettacolo viaggiante, gelaterie, pasticcerie e altre attività da asporto e ristorazione, palestre, settore cinematografico, imprese culturali. Per le prossime due settimane le attività che rientrano in queste categorie potranno presentare le domande (la scadenza è fissata alle 12 del 4 giugno), così da accedere ai fondi pari a 13,35 milioni di euro stanziati tramite Unioncamere Emilia-Romagna e promosso dalla Regione Emilia-Romagna.

Ad ogni soggetto interessato è consentito presentare una sola domanda, che dovrà essere firmata dal legale rappresentante, esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma Restart, alla quale si può accedere con identità digitale Spid oppure tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con pin dispositivo. Tutte le domande considerate ammissibili avranno diritto ad un eguale contributo a fondo perduto. I soggetti richiedenti devono però risultare iscritti al Registro delle imprese della Camera di commercio, essere attivi alla data di presentazione della domanda e in situazione di regolarità contributiva nei confronti di Ines e Inail.

«Obiettivo del sistema camerale dell’Emilia Romagna e della nostra Camera – evidenzia Giorgio Guberti, commissario straordinario della Camera di commercio di Ravenna – come già avvenuto nella gestione dei ristori alle imprese di somministrazione di alimenti e bevande, è quello di dare una risposta efficace e anche veloce alle nostre imprese, stremate da incertezze e chiusure». Proprio per questo dice Guberti: «ringrazio la Regione Emilia-Romagna per questo secondo intervento in favore di categorie che hanno altrettanto risentito del lungo periodo di chiusure e ringrazio particolarmente Unioncamere regionale per il prezioso lavoro di coordinamento che continuerà a svolgere. L’incremento delle vaccinazioni, insieme alle prossime riaperture e il progressivo rientro dalle restrizioni saranno elementi fondamentali per riportare condizioni di stabilità, essenziali per una ripresa integrale delle attività e per ricreare le condizioni sociali e di mercato in grado di incalzare la ripresa e favorire la competitività delle imprese».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui