Circa 26 milioni di lavori su strade, ponti, marciapiedi, piste ciclabili e messe in sicurezza con illuminazioni, con cantieri in avvio tra il 2020 e il 2021. Tutti in conclusione entro il 2022. E’ il rush finale della legislatura che vedrà pertanto, nei mesi di qui alle elezioni, completare lavori o avviarli o completare la procedura di gara per almeno 45 cantieri. Ogni consulta territoriale (le vecchie circoscrizioni) avrà una quota rilevante di lavori sul proprio territorio.

Centro storico e zone limitrofe

Nell’area territoriale 1, cioè quella che replica la vecchia Circoscrizione Prima, vasti interventi su marciapiedi. Partiranno nel 2021 gli interventi di manutenzione straordinaria per i marciapiedi di via Bartolini, finanziati all’interno dell’accordo quadro per 99mila euro. Stesso importo e stesso canale di finanziamento oer i marciapiedi di via Calatafimi, sempre cantierati entro il prossimo anno. Un intervento di manutenzione straordinaria interesserà poi la via Codronchi. In questo caso l’anno di esecuzione è il 2021 per un importo di 120mila euro.

Ravenna Sud

Nella zona popolarmente conosciuta come la Circoscrizione Seconda sono cinque i cantieri che partiranno entro l’anno o il prossimo. All’interno dell’accordo quadro e già in attuazione quest’anno con conclusione nel prossimo c’è l’intervento da 450mila euro di ristrutturazione di via Renato Serra. Stesso dicasi, con affidamento lavori già avvenuto, per la manutenzione di via Valsugana e Tolmezzo (330mila euro). L’anno prossimo invece verrà rifatta la rete fognaria di via Galilei (200mila euro), i marciapiedi di via Dismano (50mila euro) e verrà ristrutturata l’asse di via San Mama (600mila euro).

Darsena e Porto Fuori

La ex Terza Circoscrizione vede partiti già quest’anno i lavori di manutenzione straordinaria su via Canale Magni, un cantiere da 700mila euro che si concluderà l’anno prossimo. Sempre entro l’anno andrà a compimento la manutenzione di via Stradone nella rotonda fra il Kojak e l’asilo, oer 22mila euro. Mentre l’anno prossimo partirà la ristrutturazione della via Baiona nel comparto Enichem, con lavori per mezzo milione. Il 2021 sarà anche l’anno degli interventi sui ponti sulla Baiona A118 e A119, sulla direttrice canaletta Enel-Canale Magni. Si tratta di una realizzazione da ben 1,8 milioni. Stessa annualità per il risanamento strutturale dei ponti di via Cimitero sullo scolo Fagiolo, del ponte in via Baiona che oltrepassa lo stesso corso d’acqua e del sovrappasso in via nuova sullo scolo Lama: in tutto 850mila euro. L’anno prossimo poi partiranno e si concluderanno i lavori di manutenzione straordinaria per la viabilità portuale, che costeranno 1.050.000 euro. Ed è in corso l’esproprio dei 60 proprietari sulla via Bonifica, dopo cui sarà possibile, l’anno prossimo, far partire il cantiere da 3,3 milioni sul collegamento fra Lido Adriano e Porto Fuori.

Sant’Alberto e frazioni limitrofe

 

A Sant’Antonio verrà compiuta nel 2021 la manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale di via Delta, per un importo di 99mila euro. A Mandriole, invece, si rifaranno i marciapiedi di via Brigata Cremona, costo dell’opera 30mila euro.

Mezzano e dintorni

Nel 2021 in arrivo la manutenzione straordinaria di tratti di strada e marciapiedi su via Scolo Pignatta, fra Conventello e Grattacoppa (75mila euro) e l’asfaltatura di via degli Insorti (20mila euro, a Savarna). Il ponte sul Lamone che congiunge le vie Torri e Grattacoppa partirà nello stesso anno, con una spesa di 2,8 milioni.

Piangipane

Nel 2021 sarà tempo per la manutenzione straordinaria di via Canaletta (35mila euro), dei marciapiedi di via Da Fabriano (50mila), di quelli di via Carraia Bezzi (75mila), di quelli su via Piangipane nel tratto da via Canala a via Tagliata (60mila) e di quello di via Don Danesi e via Teatro Sociale (60mila). Nel 2022 invece arriva la pista ciclabile su via Maccalone.

Roncalceci

Per 90mila euro si procederà alla manutenzione straordinaria si strade e marciapiedi di via Ravegnana e via Nuova Strada. Anno di realizzazione il 2021.

Ville Unite

In via Viazza e via Trova l’intervento di manutenzione da 1,3 milioni è datato entro l’anno, mentre l’anno prossimo si realizzeranno i percorsi in fregio alla via Lunga (Osteria) nel tratto fra via Dismano e Focaccia e la realizzazione del parcheggio (380mila euro), mentre a San Pietro in Campiano arriva la manutenzione del marciapiede su via Del Sale (132mila euro).Verrà poi rifatto il marciapiede su via Beveta (S.Stefano) per 99mila e cinquecento euro, già nell’anno prossimo.

Castiglione

Per 200mila euro andrà a gara il parcheggio di Via Morini, con realizzazione nel 2021. Mentre nella zona di piazza della Libertà si rifaranno strade e marciapiedi per 120mila euro.

Mare

Partono nel 2020 e si concludono nel prossimo anno i lavori di manutenzione di via Zara a Marina nel tratto Menotti-Mille (850mila euro), mentre il 2021 attende la realizzazione del nuovo parcheggio del Marchesato (380mila), la manutenzione dei marciapiedi in via Lamone (99mila euro a Porto Corsini), come di quelli nelle vie delle Gardenie, Spazzoli e dei Gerani (60mila euro a Casal Borsetti), A Lido Adriano si rifanno i marciapiedi per collegare la nuova scuola (75mila euro) e si rifà viale Virgilio (700mila euro). A Marina Romea le manutenzioni sono su via delle Mimose (700mila euro) e a Casal Borsetti su via delle Margherite e piazza Marradi (180mila euro). Sempre nel 2021, ma si concluderanno nel 2022 c’è il primo stralcio dei lavori sugli stradelli retrodunali a Marina e Punta. La prima parte del parco marittimo costerà 5.850.000 euro.

Illuminazione

Su parchi, strade e arterie in tutta l’estensione del Comune saranno ripristinati o installati nuovi impianti di illuminazione per 682mila euro.

«Nel 2015, complice soprattutto il patto di stabilità che bloccava tanti investimenti, furono messi a bilancio 20 milioni di investimenti con la realizzazione di 8 milioni di lavori – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fagnani -. Nel 2019 arrivammo a 55 milioni di cantieri realizzati su 60 a bilancio e ora ci approssimiamo a ben oltre 30 milioni, comprendendo l’edilizia pubblica. Lo strumento dell’accordo quadro ci ha aiutati a superare parte delle lungaggini burocratiche, ancora presenti. E siamo diventati più bravi ad accedere a bandi statali o europei».

Argomenti:

cantieri

lavori

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *