Ravenna, daini causano incidente. Cinque feriti tra cui una bimba

RAVENNA – Tamponamento a catena venerdì sera sulla SS 16 all’altezza del chilometro 161,5: a causare il sinistro, in cui sono rimaste coinvolte ben cinque autovetture, è stato l’attraversamento improvviso della strada da parte di un gruppo di almeno quattro daini, provenienti dal lato destro della carreggiata. L’episodio si è verificato intorno alle 20.20, quando l’auto alla testa della fila che procedeva da Cervia in direzione di Ravenna si è fermata bruscamente per evitare l’impatto con i mammiferi: l’uomo alla guida della macchina a seguire è riuscito a frenare in tempo utile, ma non le due vetture che sopraggiungevano. Queste infatti non sono state in grado di arrestare la corsa, determinando così il tamponamento a catena che ha danneggiato e coinvolto in tutto quattro automobili. Nel frattempo dalla direzione opposta, in viaggio verso Cervia, stava arrivando una quinta macchina, che ha dovuto fermarsi dopo avere urtato uno dei daini che avevano attraversato la strada: l’animale si è allontanato con il resto del gruppo di cui faceva parte, ma è possibile che i colpi riportati ne abbiano causato la morte poco dopo. Sul luogo dell’incidente si sono immediatamente portate tre ambulanze per prestare soccorso alle persone coinvolte: a riportare le ferite più significative, comunque di lieve entità, sono stati i quattro passeggeri della terza auto, la più danneggiata, tra cui una bambina di nove anni. I quattro non hanno tuttavia necessitato del trasporto in ospedale. Dolori alla spalla, invece, per l’uomo che si trovava alla guida della vettura in seconda posizione. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche gli agenti della Polizia locale per eseguire i rilievi di legge e gestire la circolazione del traffico.

Quello di venerdì non è certo l’unico sinistro legato al passaggio di daini sul territorio, anzi, e in alcuni casi non sono mancate nemmeno le conseguenze dal punto di vista legale: è del 2020, ad esempio, una sentenza del giudice di pace Marcella Ricci che obbligava Regione, Comune e Atc Ra2 a pagare i danni riportati da un’auto che nel 2018 si era scontrata con un daino nei pressi di Mirabilandia, non lontano dal punto dove i mammiferi si sono trovati a passare l’altra sera. E situazioni del genere si ripresentano ciclicamente, tanto che la sicurezza stradale è stato uno degli argomenti principali nel dibattito che negli ultimi mesi ha riguardato i daini della Pineta di Classe e Volano, che paiono ormai destinati al macello. Circa tre mesi, in occasione di una manifestazione in cui si chiedeva di lasciare gli animali nella pineta, le associazioni ambientaliste avevano lanciato un appello per l’installazione di dissuasori sonori e luminosi: «Nelle zone dove sono stati installati – spiegarono – gli incidenti causati da fauna selvatica si sono praticamente azzerati».

Commenti

  1. Io alla sera e alla notte all’altezza di Mirabilandia e Fosso Ghiaia sulla statale, a volte incontro un gruppetto di daini che attraversano la strada.
    Sembra che attraversano la strada quando sopraggiungiamo perché illuminiamo con i nostri fari.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui