Ravenna, da oggi gli “Ammutinamenti” della danza d’autore

Riprende il festival di danza urbana e d’autore Ammutinamenti, promosso da Cantieri Danza: da questo pomeriggio e fino a sabato, si susseguiranno gli appuntamenti con la Vetrina della giovane danza d’autore, evento che dà spazio a giovani autori e autrici selezionati attraverso il bando nazionale del network Anticorpi XL, rete italiana dedicata alla promozione del settore. Il progetto, dopo una prima fase di selezione, ha visto i giovani artisti impegnati in un percorso di accompagnamento, da maggio a settembre, costituito da incontri online con professionisti: la formazione ha trasmesso agli autori e alle autrici nozioni e strumenti relativi agli aspetti amministrativi, organizzativo-gestionali e tecnici della produzione artistica e della sua distribuzione.

L’apertura del calendario dedicato alla Vetrina è per questo pomeriggio alle 18 alle Artificerie Almagià, con Questo è il mio corpo (un’altra Ofelia) di Giada Vailati e Francesco Sacco, che riflette sul ruolo del rapporto con il corpo e del sacrificio per l’espiazione dei peccati altrui, a partire dalla figura di Ofelia e del suo ruolo in Amleto. Dalle 20.45 si alterneranno sul palco del Rasi Simone Arganini con Oscilla. Connections in space. Primo studio, quindi Ordinary people di Marco Di Nardo e Juan Tirado e infine Small living space di Antonio Taurino.

Si torna all’Almagià venerdì alle 17.30 con All you need is di Emanuele Rosa e Maria Focaraccio, che prende l’avvio dalle figure del ballo tradizionale. Alle 18, in Darsena di città, Sissj Bassani e Martina Piazzi sono protagoniste di Speed. Alle 20.45, sul palco del teatro Rasi, Nuncia Picciarello presenta W am I, esperienza ibrida sull’identità non stereotipata; a seguire Tracce. Looking for a place to die di Sara Capanna, Barbara Carulli e Michele Scappa. Infine, Matteo Vignali e Noemi Dalla Vecchia presentano Hansel & Gretel alteration, riflessione sulla liquidità della famiglia contemporanea.

L’ultima giornata si apre alle 16 alla Fondazione Sabe per l’arte e la performance con Fitting del coreografo Nicholas Baffoni; alle 17, all’Almagià, Gloria Dorliguzzo propone Folk tales, visionario campo di battaglia. Al Rasi, dalle 20.45, si susseguono Fabritia D’Intino con Wannabe, Elena Sgarbossa con Double: double e Bianca Berger con Fermati.

Info: www.cantieridanza.it

Il secondo fine settimana di Ammutinamenti mette in calendario due appuntamenti speciali. Attraversamenti , a cura di Maurizio Lupinelli ed Elisa Pol di Nerval Teatro, portano in scena gli allievi del loro laboratorio, venerdì 16 settembre alle 15 alle Artificerie Almagià. Sabato 17 alle 18.30 alla Fondazione Sabe si terrà la presentazione del volume Anticorpi per la danza. Quattro anni di azioni per la promozione della giovane danza d’autore 2018-2021, che presenta i dati e le relative analisi sulla progettualità del network Anticorpi XL, per mettere in evidenza valori e bisogni della giovane danza d’autore. E.B.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui