RAVENNA. Sarebbe potuta finire al più con una brutta recensione su Tripadvisor. Invece quel giorno la critica sbattuta in faccia per un crescione poco farcito ha innescato una reazione inaspettata da parte del piadinaro, culminata con una pistola impugnata come clava e il cliente finito all’ospedale con la testa sanguinante. Per quell’aggressione, avvenuta in pieno giorno il 27 agosto del 2017, è finito ieri a processo il gestore del chiosco di viale Petrarca a Lido Adriano, con l’accusa di lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

cliente

crescione

critiche

ferisce

piadinaro

pistola

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *