Prove di normalità per la media Novello che, dopo il rientro delle prime cinque classi, prepara l’accesso per le altre otto fino a ieri in dad, in seguito a tre positività al coronavirus nel corpo docenti e una fra gli alunni. Per quanto riguarda un altro plesso dell’istituto comprensivo, la primaria Mordani, sono emerse una positività fra i docenti e una fra gli alunni nella classe già in dad da alcuni giorni; come misura cautelativa la classe continuerà a svolgere la didattica a distanza fino al 21 novembre, per rientrare in presenza il 23. Il resto delle classi proseguirà normalmente le attività didattiche.

Il caso della media Novello aveva sollevato preoccupazione per la possibile proliferazione di un focolaio, ma i tamponi eseguiti venerdì scorso a tutto il corpo docente, al personale Ata e agli amministrativi hanno dato esito negativo, compreso quello della dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Novello, Agata Caudullo. «Sono molto sollevata, siamo più di 100 – spiega la preside in attesa della comunicazione dell’Ausl sugli allievi – vuol dire ancora una volta che il protocollo adottato ad inizio anno è stato rispettato in modo molto preciso. Come la settimana scorsa, una volta che l’Ausl ci comunica i risultati inviamo la comunicazione ai genitori e ai docenti per il rientro. In questo modo le classi ancora impegnate nella didattica a distanza potranno rientrare a scuola. Le tre insegnanti positive sono già state sostituite da supplenti per il tempo necessario». La scorsa settimana la scuola si era attivata immediatamente per passare alla didattica a distanza secondo un piano preparato in settembre all’apertura dell’anno scolastico che rende l’offerta formativa flessibile di fronte all’emergenza sanitaria.

E proprio gli istituti scolastici, come riferito sul Corriere Romagna oggi in edicola,oltre alle residenze per anziani (in una struttura delle Ville Unite sono infatti emerse alcune positività, anche se per fortuna gli ospiti sono tutti asintomatici; i casi sono emersi solo tramite screening e al momento la situazione viene monitorata in continuo rapporto con l’Ausl) continuano a essere bersaglio del virus. Alla elementare Cavina di Porto Fuori, dove già nei giorni scorsi erano stati accertati due casi tra le docenti e dove i tamponi a cui sono stati sottoposti gli alunni hanno restituito per alcuni di loro lo stesso esito, una classe è stata posta in quarantena. Un’altra positività è emersa alla elementare di Lido Adriano; disposti i tamponi per i compagni di classe. Didattica a distanza infine da oggi per alcune classi anche alla media Ricci Muratori di Ravenna a seguito della positività di una docente.

Argomenti:

covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *