Ravenna, conferita la cittadinanza onoraria al milite ignoto

Nella seduta di ieri il consiglio comunale ha approvato all’unanimità il “Conferimento della cittadinanza onoraria al Milite ignoto”; sono state altresì votate all’unanimità la mozione sullo stesso tema “Conferimento della cittadinanza onoraria al Milite ignoto” (documento allegato) presentata da Veronica Verlicchi, capogruppo la Pigna – Città, forese, lidi” e l’ordine del giorno “Appoggiamo l’iniziativa dell’Anci per rendere omaggio al Milite ignoto” (documento allegato) presentato da Daniele Perini, capogruppo “Lista de Pascale sindaco”, Chiara Francesconi, capogruppo Pri, Francesca Impellizzeri, capogruppo Ravenna coraggiosa, Massimo Cameliani, capogruppo Pd, Giancarlo Schiano, capogruppo Movimento 5 stelle.

Ha illustrato l’atto il sindaco Michele de Pascale che ha richiamato la ricorrenza del centenario del Milite Ignoto, la sua traslazione e la solenne tumulazione nel sacello dell’altare della Patria a Roma avvenute il 4 novembre del 1921; pochi giorni prima, l’1 novembre, gli era stata conferita la Medaglia d’Oro al Valor Militare. È stata quindi accolta con favore la proposta, rivolta per l’occasione ai Comuni dall’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci) e su proposta del Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, a conferire la cittadinanza onoraria al Milite ignoto, condividendo l’opera di sensibilizzazione. Si tratta di un gesto di omaggio riconoscendo il Milite ignoto come simbolo delle vittime di tutti i conflitti armati, di pace e fratellanza universale e monito a non ripetere gli errori del passato. Un invito che è stato accolto nel rispetto dell’articolo 11 della Costituzione, che ripudia la guerra, porgendo un tributo al sacrificio della vita di tantissimi giovani italiani e non, militari e civili, sia alleati che partigiani.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui