Ravenna, con Sirio spento traffico salito del 750% in via di Roma

RAVENNA – Quando via di Roma è stata aperta al traffico, lo scorso anno, il flusso di veicoli è cresciuto del 750%. Si è passati cioè da una media di 4.871 automobili a settimana con le telecamere accese (cioè circa 695 al giorno) a oltre 41mila (5.863 passaggi giornalieri). Via di Roma era stata aperta nel periodo in cui il ponte Teodorico era chiuso per lavori in modo da decongestionare il traffico e si è trattato di un esperimento interessante per capire gli effetti della Ztl sulla città. I dati emergono da uno dei focus group tematici, in questo caso sul centro storico, che sono stati portati avanti tra dicembre e gennaio in vista della redazione del prossimo Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). Il responso sembra chiaro: spegnere le telecamere in certe strade porterebbe ad un aumento del passaggio di auto forse insostenibile per alcune zone del centro.

D’altra parte l’intenzione del Comune è andare, al contrario, verso un aumento delle zone pedonali. I portatori di interesse (commercianti e cittadini) ascoltati durante il focus group tematico, hanno però chiesto di seguire un approccio simile a quello adottato in occasione della chiusura alle auto di piazza Kennedy. Approccio così riassumibile: prima si facciano i parcheggi alternativi, poi si chiuda alle auto. L’Amministrazione sta cercando di muoversi proprio in questo modo per la prima estensione della Ztl programmata, vale a dire quella di via Portone, poco fuori da porta Adriana. Ztl ferma da anni perché manca, appunto, il parcheggio alternativo che dovrebbe essere realizzato in un’area di cui il Comune non è ancora in possesso. Al momento l’offerta di sosta è giudicata sufficiente per la domanda, particolarmente sostenuta nelle ore mattutine.

Dai nove varchi di accesso ai 37mila metri quadri di Ztl entrano in media oltre 7.200 veicoli al giorno. L’area di maggior transito è quella di via Mariani, con 12.751 veicoli a settimana. Da via di Roma, come detto, ne passano 4.871, poco più di via Matteucci (4.707). Sotto le telecamere di via Guaccimanni passano ogni giorno poco più di mille macchine, per un totale di 7.302 a settimana. I dati sono costanti per ordine di grandezza nei tre anni osservati (dal 2018 al 2021) fatta eccezione per il periodo del lockdown del 2020 in cui ovviamente i numeri sono crollati. Anche se il Comune ha come scopo l’allargamento dei confini della Ztl, per i cittadini ascoltati in un sondaggio online queste chiusure sarebbero in realtà già sufficienti: l’allargamento di zone senza auto è solo al decimo posto tra le priorità che vedono, al contrario, in cima maggiore attenzione alla mobilità ciclabile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui