Ravenna tra i centri d’eccellenza per le cure sperimentali contro i tumori

Ravenna tra i centri d’eccellenza per le cure sperimentali contro i tumori
L'ospedale di Ravenna (foto Massimo Fiorentini)

RAVENNA. Ravenna tra i centri di eccellenza nella lotta contro i tumori. Col via libera dell’Aifa sono infatti partite le prime sperimentazioni di fase 1 in ematologia ed oncologia. Sono stati cioè reclutati i primi pazienti che potranno sperimentare farmaci innovativi per la cura di patologie oncoematologiche, sperimentazioni che si innestano su altri studi clinici nazionali ed internazionali di cui l’ospedale già fa parte. Tre i pazienti già arruolati in ematologia a cui se ne aggiungerà preso un altro in oncologia.

Ravenna si pone tra i centri all’avanguardia nella lotta al cancro (foto Massimo Fiorentini)

“La sperimentazione di fase 1 – è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa – è il primo passo per testare un nuovo agente antitumorale nei pazienti. In questi studi i ricercatori determinano quale sia il migliore metodo di somministrazione della sostanza (per esempio, se per via orale o iniezione), quanto spesso deve essere somministrato (il dosaggio) e quale sia la dose più sicura (l’indice terapeutico). Questi studi comprendono anche test di laboratorio come analisi del sangue e biopsie, effettuate per valutare come il nuovo agente agisce una volta all’interno del corpo. In oncologia ed ematologia gli studi di fase 1 si fanno con persone già ammalate e spesso si tratta di pazienti che non rispondono più alle cure disponibili e per cui si rende quindi necessario tentare nuove chance terapeutiche. Nei centri in cui si effettuano questi studi le condizioni di somministrazione della terapia sono estremamente controllate, così come tutti i parametri del malato. E, ovviamente, anche presso l’Ospedale di Ravenna sono state messe in atto tutte le azioni tecniche, strumentali e di personale per garantire la massima sicurezza ai pazienti che partecipano a qualsiasi sperimentazione clinica, inclusi gli studi di fase 1. Allo stato attuale nell’unità di ematologia sono in corso 54 studi clinici di cui 4 in fase 1 mentre in oncologia sono in corso 36 studi, a cui da maggio si aggiungerà il primo di fase 1”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *