Ravenna, case dell’acqua: raddoppia il costo della frizzante e la naturale non è più gratis

Sono stati adeguati i costi dell’acqua erogata nelle case dell’acqua diffuse sul territorio comunale di Ravenna. Pertanto dall’1 dicembre l’importo di erogazione dell’acqua frizzante, quella addizionata ad anidride carbonica, passa da 5 centesimi a 10 centesimi, mentre è stato fissato a cinque centesimi a litro il costo dell’acqua naturale.

“Il provvedimento – annuncia il Comune – si è reso necessario a causa dei significativi aumenti dei costi dell’energia e dell’anidride carbonica, diventata peraltro scarsamente reperibile, e in conseguenza dei periodi di siccità sempre più lunghi e frequenti che rendono l’acqua potabile un bene ancora più prezioso da gestire in un’ottica di salvaguardia e riduzione degli sprechi”.

Le case dell’acqua interessate dal provvedimento sono cinque: in piazza Sighinolfi angolo via Berlinguer, in piazza Medaglie d’Oro, a Savarna, a Mezzano e nel quartiere San Giuseppe.

Commenti

  1. piove sempre sul bagnato, ma lo stipendio non è mica raddoppiato!!!! almeno avessero la decenza di descrivere la definizione di “acqua lievemente gasata” e non acqua gasata

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui