Ravenna, basta diesel: il traghetto andrà a gnl

Nella prossima stagione estiva il traghetto potrebbe essere a gnl. Sarà con una partnership con l’Università di Bologna, attraverso un progetto che avrà base al Tecnopolo di Ravenna, che Start convertirà il Baleno da un’alimentazione a gasolio a quella a gas naturale liquefatto. E il cantiere – che nei propositi si vorrebbe far partire dopo la stagione estiva quando l’impiego del traghetto sarà meno pressante – sarà curato dalla Rosetti Marino. Per un’impresa che segnerà una svolta tecnologica in ambito navale a livello nazionale.

Si parla del traghetto fra Porto Corsini e Marina di Ravenna di cui, già dal luglio scorso, è stato annunciato nella pianificazione dell’azienda di trasporto pubblico dell’area romagnola un progetto di “revamping” del mezzo più attempato, immatricolato nel 1990, sette anni prima dell’Azzurro, che si alterna sulla medesima tratta. Il professor Alfredo Liverani, del direttore del dipartimento di Ingegneria industriale dell’Unibo ed impegnato nella sede di Marina di Ravenna del Tecnopolo, ci spiega la genesi di questa idea che «ora è a uno stadio molto avanzato».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui