Ravenna, arriva in Italia e si fa arrestare dopo due giorni

Appena arrivato in Italia (da un paio di giorni), si è fatto arrestare alla vigilia dell’inizio dell’attività lavorativa. Ubriaco, ha infatti iniziato a infastidire i clienti del Bar Pepita di via Di Vittorio a Ravenna, per poi reagire di fronte ai carabinieri intervenuti per calmarlo. Così, anziché prepararsi per il colloquio, Ivan Daniel Arnhold, 38enne italo-argentino, si è fatto arrestare dai carabinieri del Norm, intervenuti insieme ai colleghi di via Alberoni. Per bloccarlo hanno dovuto stordirlo usando lo spray urticante.
Nel corso della sfuriata avvenuta martedì sera un militare è rimasto ferito con lesioni (in particolare una contusione al braccio sinistro) giudicate guaribili con una prognosi di una settimana. Ecco perché ieri mattina, di fronte al giudice Antonella Guidomei e al vice procuratore onorario Simona Bandini, il 38enne è comparso accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.
Difeso dall’avvocato Massimo Ricci Bitti, al termine dell’udienza di ieri mattina è stato rimesso in libertà in attesa dei termini a difesa chiesti in vista della futura richiesta di rito alternativo con messa alla prova.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui