Ravenna, area Cmc, la Conad esce allo scoperto: “Progetto pronto”

L’offerta per l’acquisizione di sede e terreni Cmc è ufficialmente di Cia-Conad, che si candida a proporre alla città un grande progetto di riqualificazione urbanistica che metta in dialogo il Sigarone con l’area oggi proprietà della coop di costruzioni. La realtà della grande distribuzione, dopo i rumor usciti sulla stampa, esce allo scoperto e lo fa con una voce autorevole, quella dell’amministratore delegato Luca Panzavolta. Solo ieri era uscita la notizia, diramata dalla Cooperativa muratori e cementisti, che dava conto di una messa a bando privato per la cessione del lotto da 18.100 metri quadrati, per una base d’asta di 18 milioni di euro, dando così l’opportunità «a tutti gli interessati di partecipare a una gara competitiva, misurandosi con l’offerta ricevuta». La nota di Cmc, che non esternava quale fosse l’azienda da cui aveva ricevuto la proposta economica, non aveva però evitato di individuare in Conad il possibile interlocutore, sia per l’aver evidenziato il proprio interesse durante la fase pre-concordataria di Cmc, sia per l’essere proprietaria dell’area vicina, quella del Sigarone. Ed è lo stesso Panzavolta a sottolineare come «la nostra cooperativa ha già pronto un progetto urbanistico ambizioso per la riqualificazione della Darsena, di levatura nazionale se non oltre. Il nostro progetto mette in connessione le due aree, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo commerciale e residenziale in un’ottica sostenibile, ma anche di incentivare una forte presenza di servizi di pubblica utilità per tutta la cittadinanza. Crediamo si tratti di un’opportunità rilevante per un territorio così importante, anche a fronte di importanti interventi pubblici. Il nostro progetto, infatti, si pone l’obiettivo di costituire il motore trainante per lo sviluppo della nuova Darsena, diventando di fatto una nuova ribalta per la città di Ravenna». Presumibile ipotizzare, viste le spazialità dell’ex magazzino Sir, che il centro commerciale prima inserito possa trovare collocazione nell’area Cmc e che per la struttura paraboloide possa essere individuata una destinazione anche differente, non solo prettamente commerciale. La presa di posizione di Conad fa comunque esultare il sindaco Michele De Pascale che considera «una straordinaria novità» l’ufficiale interessamento del gruppo Commercianti Indipendenti Associati «a conferma di un’opportunità concreta, a riprova dell’appetibilità della Darsena con un impegno che emerge da un gruppo che, quando ha annunciato un investimento, lo ha portato a termine con la massima serietà». Per il primo cittadino «sarebbe un sogno che quelle due aree potessero dialogare mettendo assieme spazi di utilità pubblica e commerciale. Su questa impronta, il supporto dell’Amministrazione sarà pieno»».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui