Ravenna, anomala moria di api: ma non sembra un caso isolato

Nel giorni scorsi Paolo Belletti, presidente della Cooperativa Villaggio del Fanciullo, ha inviato all’AUSL Servizio Veterinario e alla ARA Associazione apicultori una segnalazione, corredata da foto, relativa ad un avvelenamento grave di api che si è registrata il 14 maggio nella zona a sud di Ravenna, nelle località Ponte Nuovo e Madonna dell’Albero.La Cooperativa Sociale Villaggio del Fanciullo ha le proprie arnie in via 56 Martiri a Ponte Nuovo: preoccupato dall’accaduto, Belletti – scorrendo i social degli apicultori – ha avuto “la sensazione che tali episodi si siano riscontrati anche in altre aree”, dichiara.
E aggiunge: “riteniamo che l’avvelenamento sia stato causato da trattamenti a piante e culture, che particolarmente in questo periodo dell’anno sono causa ripetuta di moria delle api. Inutile affermare che l’accaduto, al di là del danno che provoca agli apicultori colpiti, è il frutto di comportamenti assolutamente irresponsabili che provocano danni irreparabili al nostro ambiente.
Spero che possano adottati provvedimenti di repressione di tali fenomeni o perlomeno di sensibilizzazioni degli operatori agricoli e delle loro Associazioni, per richiamare tutti ad un maggiore senso di responsabilità e di rispetto della natura”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui