Ravenna, affluenza alle 23 di domenica ferma al 41,40%

Si ferma al 41,40% l’affluenza al voto dei ravennati per le elezioni del sindaco. Un dato non eccezionale, leggermente sotto la media nazionale (43,60%), ma che va messo in relazione col fatto che quest’anno le urne restano aperte per due giorni, mentre nel 2016 si votò solo in una giornata. Allora poco meno del 62% dei ravennati esercitò il proprio diritto di voto. Anche alle 12 di ieri l’affluenza era stata piuttosto bassa, fermandosi al 12%. I seggi oggi chiuderanno alle 15 e solo allora, quando comincerà lo spoglio nelle 165 sezioni del Comune, sarà possibile fare una fotografia definitiva dell’astensionismo. Sul dato di ieri è possibile inoltre che abbia anche influito una domenica di sole che ha spinto molti ravennati a godersi gli ultimi scampoli di spiaggia e di estate fuori programma, potendo comunque votare oggi.

La città con più candidati

Come noto Ravenna è la città in Regione con il maggior numero di candidati sindaco (11, di cui una donna), di liste (30) e di aspiranti consiglieri (833) per 32 seggi in consiglio comunale.

Gli elettori chiamati al voto tra ieri e oggi sono sono in tutto 124.926, di cui 64.610 donne e 60.316 uomini. Tra gli sfidanti del sindaco uscente Michele De Pascale (sostenuto da Pd, Pri, Ravenna Coraggiosa, M5S, lista de Pascale sindaco, Ravenna in Campo, e Ambiente Territorio con Maiolini) ci sono in corsa il candidato più giovane al livello regionale, Lorenzo Ferri del Partito comunista, 19 anni compiuti il giugno scorso, e il più anziano, Alvaro Ancisi, classe 1940 (alla guida del polo civico composto da Lista per Ravenna, Lista del Mare, Popolo della famiglia, Rinascimento per Ravenna, Ravenna per i pensionati e Amici animali). Per la corsa a Palazzo Merlato in lizza anche Filippo Donati (sostenuto da Viva Ravenna, Lega e Fratelli d’Italia), Veronica Verlicchi (consigliera comunale de La Pigna che ha condiviso la sua corsa con Italexit, Ravenna s’è desta, Noi per i lidi e Forese in comune), Alberto Ancarani (candidato di Forza Italia, sostenuto anche da Primavera Ravenna), Emanuele Panizza (consigliere uscente del gruppo misto in corsa per il Movimento 3V), Alessandro Bongarzone (candidato dei Comunisti Uniti), Gianfranco Santini (di Potere al popolo), Matteo Rossini (di Riconquistare l’Italia) e Mauro Bertolino (dell’Alleanza di Centro).

Degli 833 candidati consiglieri, 449 sono uomini, il 53,9%, e 384 donne, il 46,1%. L’età media è 51,6 anni, che scende a 50,6 per le candidate e sale a 52,5 per gli uomini.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui