Ravenna, a Fornace nuovo parcheggio e struttura commerciale

RAVENNA – Circa trentamila metri quadri di aree produttive destinate alla delocalizzazione e alla riqualificazione: al loro posto sorgeranno edifici commerciali e un parcheggio scambiatore multipiano, accompagnato da altri posteggi a servizio della città. Questo è il progetto presentato dalla Resin Plast e studiato dall’architetto Ettore Rinaldini agli enti locali che, in questi giorni, ha avuto l’approvazione della Provincia. Secondo quanto si legge nella relazione generale del progetto, la proposta di riqualificazione dell’area «nasce dalla evidente necessità di recuperare e restituire alla città uno spazio nel quale sono presenti funzioni industriali non coerenti con la destinazione e la caratterizzazione dei luoghi» con «l’ambizioso obiettivo di trasformare un ambito industriale in un nuovo sito con elevata qualità urbana ed ambientale». Si tratta di un piano urbanistico che rappresenta «l’ultimo capitolo di un percorso durato diversi anni e caratterizzato dal costante confronto con la pubblica amministrazione». La Conferenza dei servizi ha dato il via libera a primavera.

La superficie che sarà effettivamente utilizzata per gli edifici commerciali è pari a seimila metri quadri che serviranno per costruire una supermercato di medie dimensioni (dalla superficie complessiva di 3.450 metri quadrati) e tre strutture di vendita non alimentari, collocate in un totale di 2.550 metri quadrati.

Ci saranno poi 3.579 metri quadri di parcheggio e 2.661 di verde pubblico. I posti auto complessivi saranno circa 700, una buona parte dei quali saranno collocati su una struttura multipiano distribuita su quattro livelli (compreso quello a terra). Gli altri saranno distribuiti attorno alle strutture commerciali, mitigati da fasce di verde, e 78 saranno ad uso completamente pubblico e cedute al Comune. Nella zona nascerà quindi un piccolo parcheggio scambiatore per chi vorrà lasciare lì l’auto per recarsi in centro con i mezzi pubblici.

Sulla nuova collocazione della Resin Plast sono invece in corso valutazioni da parte della proprietà ma, spiega l’assessora all’Urbanistica Federica Del Conte, «abbiamo ottenuto l’impegno a mantenere l’attività imprenditoriale nell’ambito del territorio comunale di Ravenna». Per quanto riguarda il progetto, l’esponente di giunta lo ritiene molto positivo anche perché, oltre a migliorare l’impatto visivo di chi entra a Ravenna, «permette anche di alzare gli standard di sicurezza su via Faentina dal punto di vista stradale, come avvenuto anche con il progetto Tecnomat».Per viadi accordi territoriali provinciali, infine, nell’ambito della convenzione con il Comune ci sarà un investimento che sarà effettuato a Savio di Cervia per il miglioramento di alcune strutture sportive.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui