Ravenna, a 70 anni si laurea in giurisprudenza con il massimo dei voti

Ravenna, a 70 anni si laurea in giurisprudenza con il massimo dei voti
Enrico Capoccia al centro con Patrizia Ravagli, Giannantonio Mingozzi e i tanti amici presenti alla laurea

I più, in età da pensione, si dedicano a viaggi o a coltivare passioni che in precedenza non hanno potuto seguire. Enrico Capoccia, per anni direttore della banca Comit di Ravenna, si è invece rimesso sui libri laureandosi a 70 anni in giurisprudenza con 110 e lode. Capoccia ha discusso con il relatore Thomas Tassani la tesi di laurea in diritto tributario dal titolo “La fiscalità del Trust nell’ordinamento italiano e in quello sammarinese”. Particolarmente emozionato il neo dottore (già laureato in passato in economia aziendale) ha ricevuto poi i complimenti dei docenti e dei tanti amici tra i quali Giannantonio Mingozzi, presidente Tcr che fin dai primi passi ha seguito l’insediamento di Giurisprudenza a Ravenna. Il corso di laurea ravennate in giurista d’impresa e delle amministrazioni pubbliche coordinato dal professor Filippo Briguglio “sta ottenendo ottimi risultati – sottolinea Mingozzi -, in collegamento con le imprese del porto e con la formazione di quadri e dirigenti in più settori della economia ravennate e mi fa piacere che venga seguito anche da chi vuole perfezionare ulteriormente la propria cultura universitaria come ha fatto Enrico Capoccia. Ricordo che questa triennale e la stessa magistrale promuovono ogni anno seminari, master e summer school molto qualificati ad esempio in diritto penale, diritto della navigazione, ambiente e sicurezza su lavoro, nello stesso insegnamento di informatica giuridica diretto dalla professoressa Monica Palmirani molto attivo fin dal 2001”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *