Raffaella Carrà, mostra virtuale dell’Archivio Riccardi

Una mostra fotografica in digitale interamente dedicata a Raffaella Carrà . È l’omaggio dell’Archivio Riccardi con foto di Carlo e Maurizio Riccardi. Con 89 foto della showgirl ancora giovanissima, fotografata in bianco e nero nella sua casa e durante alcune tappe della sua splendida carriera. Raffaella Carrà, è stata amata da tutti in modo trasversale, un’icona che ha saputo con il suo talento spingere la libertà nel nostro paese. Le foto ne mostrano  la forza il sorriso e l’eleganza. Archivio Riccardi sta organizzando un’esposizione che permetta la visione delle immagini stampate per continuare l’omaggio a Raffaella. (il link alla mostra nella galleria virtuale: http://www.agrphoto.it/fotoric/20210707Raffaella%C3%A8Nostra/).


Carlo Riccardi (1926) è il primo paparazzo della “Dolce Vita”. Amico di Ennio Flaiano, Federico Fellini e di Totò, ha raccolto in un grande archivio settant’anni di Storia italiana. I suoi scatti sono esposti in mostre permanenti a Pechino, Roma e San Pietroburgo.
Negli anni cinquanta crea la rivista «Vip» e lavora per «Il Giornale d’Italia» e «Il Tempo». Ha documentato sei elezioni papali: quelle di  Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco I. Di recente ha pubblicato il libro fotografico Sophia Loren – Se mi dice bene (Armando, 2014) in omaggio agli 80 anni della grande attrice. Maurizio Riccardi (1960), fotografo, è direttore dell’Agenzia di documentazione fotografica Agr. Dirige l’Archivio Riccardi e opera su tutta la sfera della comunicazione multimediale. Fra le sue mostre “Vita da Strega”, “I papi santi” e “Donne & Lavoro”. Ha pubblicato numerosi libri tra cui Africa perché (New Media, 2008), San Giovanni Paolo II. Il Papa venuto da lontano (Armando, 2014), e, con Giovanni Currado I tanti Pasolini (Armando, 2015), Gli anni d’oro del Premio Strega (Ponte Sisto, 2016), Il popolo della Repubblica (AGR, 2017). Nel 2011 ha dato vita alla galleria Spazio5, punto di riferimento culturale a Roma.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui