Raffaella Carrà e la Carrambata a Rimini nel 2001…

Nel novembre del 2001 Raffaella Carrà è a Rimini per le riprese di una puntata di Carramba che sorpresa. Al bagno 26 girò una puntata della nuova serie della trasmissione di Raiuno. Protagonista una famiglia cinese da 6 anni a Rimini e la figlioletta di 8 anni, rimasta in patria sin dall’età di due. Le riprese riminesi di Carramba erano nate grazie alla segnalazione in trasmissione di un amico del padre della piccola, che lavorava in un ingrosso di ortofrutta. Proprio lì la Carrà aveva iniziato le riprese, andando a prendere il padre sul lavoro e portandolo in spiaggia, dove era stata simulata una festa di bambini orientali. I bambini effettivamente c’erano ma all’improvviso, da dietro una palma, era sbucata la piccola, corsa subito in braccio alla madre. Inevitabili le lacrime dei protagonisti davanti alle telecamere, guidate dal regista, Sergio Iapino.

«Ho ritrovato una città splendida, soprattutto il vecchio borgo San Giuliano, arricchito dai murales dedicati al maestro Federico Fellini – disse la Carrà al Corriere Romagna –. Devo ammettere, però, che è stata dura, perché le riprese sono state fatte in 5 fasi».

Il ritorno in terra romagnola della sua figlia adottiva più famosa, però, era durato solo il tempo delle riprese, con grande delusione dei fans, bloccati all’ingresso del set da un rigido servizio d’ordine. Il più dispiaciuto era stato Giancarlo Baldisserra da 34 anni edicolante in via Lagomaggio, con l’hobby della foto con il vip. «Ho chiuso l’edicola un’ora prima per venire qui e nemmeno me l’hanno fatta salutare».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui