Radici per il futuro: Cesena seconda in regione con 25 mila alberi

Con 25.362 alberi e arbusti piantati Cesena è al momento il secondo comune in regione, alle spalle solo di Reggio Emilia,per numero alberi piantati nell’ambito del progetto regionale “Mettiamo radici per il futuro”. Ma Sogliano sta facendo ancora meglio in rapporto al numero di abitanti che ha: lì è già statosuperato il traguardo di una pinatumazione per ogni residente. La cenerentola invece è Longiano. Il progetto è stato lanciato lo scorso anno e ha come obiettivo quello di arrivare a piantare entro il 2025 ben 4 milioni e mezzo di alberi, uno per ogni abitante dell’Emilia-Romagna. «Siamo tra i comuni che hanno chiesto più alberi, segno che stiamo lavorando molto su questo fronte», commenta soddisfatta l’assessora Francesca Lucchi. Un lavoro che si concretizza nei tanti progetti che la Giunta ha attivato dall’inizio della sindacatura. Tra questi, il bosco urbano che sorgerà tra via Machiavelli e la Secante, il cui progetto definitivo è in dirittura d’arrivo. Si sta chiudendo la fase di progettazione anche anche dell’iniziativa di forestazione urbana nato dalla collaborazione con “Arbolia”, la società creata alla fine del 2020 da Snam e Fondazione Cassa Depositi Prestiti. Ma se Cesena è seconda per numero di alberi richiesti lo si deve anche – sottoline Lucchi – «alle richieste arrivate dai tanti cittadini, dalle scuole dalle associazioni. Segno che a Cesena c’è una grande sensibilità, che abbiamo contribuito a far crescere con i progetti di sensibilizzazione e promozione della cura del verde pubblico messi in atto negli ultimi mesi». Con “Mettiamo radici per il futuro” – prosegue l’assessora – la Regione ha saputo «dare risposta a un sentire collettivo verso il verde pubblico che in città è molto forte». Ieri quell’impegno ha trovato ulteriore forza nella sottoscrizione col gruppo Hera di un protocollo d’intesa triennale, con cui la multiutility è pronta a investire 250.000 euro per piantumare e far crescere 10.000 nuove piante, in sinergia con Comuni e altri enti pubblici.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui