Ordine pubblico, chiusi il Malindi di Cattolica e il Nikka di Riccione

Ordine pubblico, chiusi il  Malindi di Cattolica e il Nikka di Riccione

RIMINI. Venti e quindici giorni di chiusura. Sono i provvedimenti firmati dal Questore di Rimini contro due locali, il Malindi di Cattolica (20 giorni di stop) e il Nikka di Riccione (15). Il provvedimento Francesco De Cicco, deciso in base al Tulps per entrambi i locali, è stato emesso su richiesta dei carabinieri che erano dovuto intervenire in diverse occasioni sia a Cattolica che a Riccione.

Entrando nel dettaglio, la notte dello scorso 6 giugno al Malindi (il Bikini può restare aperto) di Cattolica – in uno scontro tra un gruppo di giovani italiani e moldavi – un 19enne straniero era finito in ospedale con una ferita da taglio all’addome. Solo tre sere dopo, invece, una rissa aveva coinvolto 25 persone nel parcheggio. Per il ‘Nikka’, ex Calderone e poi Pepenero, quella notificata ieri è la terza sospensione per motivi di ordine pubblico. L’ultimo episodio una aggressione, mercoledì scorso, a un ragazzo di 28 anni che ha riportato la rottura della mascella.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *