È stata denunciata per epidemia colposa la donna di cinquantacinque anni che, come già raccontato dal Corriere, era stata sorpresa a rubare generi alimentari all’interno di un supermercato cittadino. Bloccata da un coraggioso dipendente del supermercato era stata consegnata agli agenti di una pattuglia delle Volanti. Accompagnata in questura era emerso che la donna non solo aveva violato gli arresti domiciliari, ma anche la quarantena sanitaria alla quale era stata sottoposta dopo essere risultata positiva al coronavirus. La prima preoccupazione era stata quella di avvertire il dipendente e il titolare del supermercato, che erano stati vicini alla donna (anche per loro è scattata la misura precauzionale della quarantena fiduciaria). Non solo: gli agenti non si sono solo preoccupati di segnalare all’autorità giudiziaria l’accaduto, ma hanno provveduto anche – una volta che la donna è stata rispedita agli arresti domiciliari – ad avvertire i servizi sociali. Lei infatti aveva giustificato l’evasione e il tentativo di furto con la “necessità” di procurarsi da mangiare. La donna vive infatti da sola.

Argomenti:

coronavirus

epidemia colposa

quarantena

ruba al market

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *