Quanto sono belle le parole a Cesena

Da venerdì 3 settembre, fino a domenica 5, torna a Cesena “La bellezza delle parole”, la tradizionale rassegna di poesia e musica, storie e immagini, cinema e teatro, ospitata nei luoghi cittadini della cultura. La programmazione dell’evento è stata presentata questa mattina dall’Assessore alla Cultura Carlo Verona e dall’organizzatore Emiliano Visconti di Rapsodia.

Ben 11 incontri e 12 autori. Si comincia venerdì 3 settembre, alle 21,15, al Chiostro, con un viaggio sonoro e letterario alla scoperta di Luci e Ombre in Joni Mitchell, tra canzoni dal vivo e un racconto di Simona Vinci. 

Il giorno dopo, sabato 4 settembre, alle 11, al Cinema Eliseo, si entrerà nel vivo del festival con Massimo Zamboni che presenterà la Macchia Mongolica.

Nel pomeriggio, alle 15,30, spazio ai cortocircuiti tra le scrittrici Nicoletta Verna e Francesca Serafini che incontreranno il pubblico nella Sala Sozzi del Palazzo del Ridotto. Alle 17 il Festival traslocherà al Chiostro di San Francesco con “Il calamaro gigante” di Fabio Genovesi, un pomeriggio letterario tutto da ridere. Seguirà, alle 18,30, la poesia di Milo De Angelis, figura tra le più rilevanti e apprezzate della poesia italiana, e non solo, che torna con un’opera che ne accresce il carattere specifico. La seconda giornata del Festival sarà conclusa da Davide Enia, con “Maggio ‘43” che alle 21,15 andrà in scena al Teatro “A. Bonci”, con le musiche di Giulio Barocchieri.

Marcello Fois aprirà la terza giornata con “Va dove ti porta Cuore”, in programma al Palazzo del Ridotto dalle ore 11. Lo scrittore e commediografo torna a parlare di grandi classici e il suo sguardo di lettore di eccezione questa volta si posa su Libro Cuore per svelarcelo come solo lui sa fare. Il pomeriggio di domenica 5 settembre si alterneranno invece sul palco le storie degli anni Settanta viste dalla prospettiva di Giuseppe Culicchia che incontrerà Giorgio Bazzega al Palazzo del Ridotto, dalle 15,30, gli spatriatMario Desiati e Antonella Lattanzi al Chiostro, a partire dalle 17, che lasceranno poi il palco al fulminante esordio di Angelica Grivel Serra, alle 18,30, con “L’estate della mia rivoluzione”. Grande chiusura poi alle 21,15 con Saverio Tommasi che porterà in scena il suo In fondo basta una parola. Il tutto all’insegna della Bellezza e di nuove partenze (come si spera).    

È necessario prenotare per prendere parte a tutti gli eventi, a ingresso libero e a pagamento. Per prenotazioni scrivere a prenotazioni@comune.cesena.fc.it. Lo spettacolo di Davide Enia, in scena sabato 4 settembre alle 21,15 presso il Teatro Bonci è a pagamento (10 euro).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui