Quando il calcio è scollegato dalla realtà: svegliarsi al lunedì con il Riccione (Serie D) in silenzio stampa

E così ci si risveglia con il silenzio stampa dello United Riccione, causato dalla sconfitta casalinga contro l’Aglianese. Il solito brutto vizio di mettere sotto chiave l’ambiente in attesa di risultati migliori. Due, tre considerazioni per commentare una decisione legittima da parte della società, ma non condivisibile. Prima cosa: la categoria del “silenzio stampa” come regola prima ancora che come “Forma Mentis” appartiene quasi solo al calcio, che dimostra ancora una volta di essere uno sport scollegato dalla realtà e dalla società che in questo momento ha ben altri problemi. Per la seconda valutazione ci affidiamo ad uno dei più grandi commentatori della storia calcistica, Frengo, che in Mai Dire Gol avrebbe bollato la decisione della società riccionese con un “Non c’è un Why, non c’è un Because”. Terzo, il più grande dirigente della storia, vissuto circa 2000 anni fa, guardando la situazione della serie D, che ha evidenti problemi di visibilità, avrebbe detto: “Venite e scrivete”. Altro che silenzio stampa, c’è troppo silenzio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui