Provincia: Lattuca verso la presidenza, Canali sparring partner

Nelle elezioni negli enti di secondo livello comele Province, dove votano solorappresentanti giàeletti,i giochi sembrano già fatti. Il presidente sarà Enzo Lattuca, sindaco di Cesena, espressione del centrosinistra, che gode di solida maggioranza. Il prossimo 18 dicembre sindaci e consiglieri comunali dei 30 Comuni della provincia di Forlì-Cesena saranno chiamati a votare il successore di Gabriele Antonio Fratto, ex sindaco di Bertinoro di centrosinistra, e i rappresentanti del nuovo consiglio provinciale.

Il centrosinistra

A sinistra la lista a supporto di Enzo Lattuca è stata fatta con un perfetto equilibrio territoriale e di genere: 5 cesenati e 5 forlivesi, 5 donne e 5 uomini, che rappresentano tutto il territorio provinciale, dalla costa alla montagna. La lista “Insieme per la Provincia” è stata depositata ieri mattina ed è aperta alle liste civiche. È composta da 8 sindaci e 2 consiglieri comunali. Questi i componenti: Valentina Ancarani, consigliera comunale di Forlì; Marco Baccini di Bagno di Romagna; Sara Bartolini di Roncofreddo; Giancarlo Dardi detto Jader di Modigliana; Milena Garavini di Forlimpopoli; Luciana Garbuglia di San Mauro Pascoli; Matteo Gozzoli, di Cesenatico; Francesco Rabiti, consigliere comunale di Portico e San Benedetto; Monica Rossi di Mercato Saraceno; Daniele Valbonesi di Santa Sofia. Lattuca pensa già a grandi investimenti per manutenzioni di strade, sistemazioni di ponti e interventi sulle scuole superiori: per il prossimo triennio c’è già una disponibilità certa di 40 milioni di euro in questi settori. Quanto all’idea di una “Provinciona” romagnola unica, la considera tramontata.

Il centrodestra

La lista di centrodestra si chiama “La provincia di Forlì-Cesena per la Romagna” e dovrebbe essere presentata oggi. La gestione è stata in mano alla Lega, che ha il grosso dei candidati nella coalizione in base ai voti delle varie tornate amministrative. Anche qui spazio a civici come il cesenate Castagnoli, ma non c’è parità di genere (6 uomini e 4 donne) e tanto meno territoriale, visto che i forlivesi sono 8 e i cesenati appena 2, senza nessuna rappresentanza per l’area costiera e del Rubicone. I candidati sono Sauro Baruffi (Premilcuore), Giorgia Bedei (Forlì), Adina Viorica Bura (Premilcuore), Enrico Castagnoli (Cesena), Fabio Fabbri (Meldola), Ombretta Farneti (Mercato Saraceno), Davide Minutillo (Forlì), Lucio Moretti (Predappio), Maria Teresa Rinieri (Forlì), Alessandro Rivalta (Forlì). Il candidato alla presidenza è Roberto Canali, sindaco di Predappio: consapevole che la sua è una “candidatura di servizio” senza chance di vittoria perché le forze che lo sostengono non hanno numeri sufficienti, chiede fin da ora al rivale la massima apertura al dialogo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui