“Pronti a fare i vaccini anche di notte”

«Il vaccino è prezioso. Non concludiamo mai una seduta con flaconi iniziati e non finiti: se ci sono dosi residue, le destiniamo alle persone in lista, non certo ai nostri parenti». Raffaella Angelini, direttrice del dipartimento di Igiene e sanità pubblica di Ausl Romagna, descrive la modalità di operare dell’equipe di vaccinatori come «estremamente rigorosa», dichiarandosi pronta, quando sarà il momento, «ad allungare gli orari di operatività, facendo i vaccini eventualmente anche di notte, come indicato dal presidente Bonaccini».

Rispetto alle parole del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, Ausl Romagna sarebbe quindi pronta ad aprire le porte dei punti vaccinali e somministrare dosi anche di notte?

«Certo, quando la platea delle persone da vaccinare verrà ampliata, noi non avremo problemi ad aprire le porte delle strutture anche di notte. Per ora, in base alle quantità stabilite per il primo step, non si ravvisa questa necessità. Ma se, come ha ben osservato Bonaccini, il numero delle dosi giornaliere da iniettare venisse accresciuto, noi siamo pronti, non abbiamo timore ad aprire anche di notte».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui