Progetto Parco Murri, l’associazione chiede i tempi dei lavori

Bene, ma non benissimo. È il senso dell’intervento dell’associazione “Parco Murri” che raggruppa cittadini e operatori di Bellariva (e dintorni). Il progetto di riqualificazione appena annunciato piace, ma siccome l’estate avanza serve una data di avvio lavori. Inoltre si chiede a gran voce la videosorveglianza.

“Bene ma non troppo”

Il Comune ha dato il via libera al progetto di riqualificazione dedicato all’area verde del Parco Murri: sport, area giochi, socialità. L’associazione Parco Murri applaude, però fa notare un paio di questioni. «Siamo a giugno inoltrato si legge in una nota – con una stagione appena iniziata e la coscienza di esserci impegnati al massimo, come cittadini e operatori del turismo, affinché i soliti problemi trovassero una soluzione».

Detto questo? «Ci sembra dunque doveroso chiedere quando avranno inizio i lavori e soprattutto quando vedranno il loro compimento, tenuto conto del fatto che il parco è già in uso ai tanti turisti accorsi in questi giorni e sta accogliendo gli stand del mercatino e quelli gastronomici».

“Figli e figliastri”

Ce n’è anche per l’assessore alla sicurezza Jamil Sadegholvaad, accusato di “snobbare” l’associazione. «Meritiamo la medesima attenzione dei comitati turistici e anzi è indiscutibile sia stata fondamentale per aver dato voce a una situazione di grave abbandono palesemente incancrenita e mai risolta».

Tolto il dente. «Altre sono state le istanze avanzate ma sulle quali non c’è stato cenno di responso, tra queste quella di estendere il sistema di videosorveglianza anche sui viali delle Regine. Ciò che preme inoltre sollecitare è l’installazione del sistema di videosorveglianza che tanto fortemente abbiamo richiesto e di cui ci era stata data garanzia».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui