Prima gasiera per il nuovo impianto di Gnl alla Pir di Ravenna

È stata la nave Knutsen, proveniente dal porto di Barcellona, ad avviare ieri l’attività del nuovo deposito di gas naturale liquefatto del porto di Ravenna. L’impianto è detenuto dalla Depositi Italiani Gnl, società partecipata al 51% dal Gruppo Pir, al 30% da Edison e al 19% da Enagás (tramite la controllata Scale Gas), e gestirà la movimentazione e lo stoccaggio di Gnl costruito anche dalla azienda Rcm Costruzioni (gruppo Rainone). Un investimento da 100 milioni di euro per quello che è il primo impianto di questo tipo in Italia. Il deposito – che entrerà in esercizio a ottobre e di cui l’arrivo della gasiera ha rappresentato la fase di avvio preliminare – avrà una capacità di stoccaggio di 20mila metri cubi di Gnl e con una movimentazione annua potenziale di oltre 1 milione di metri cubi di gas liquido, rendendo disponibile in Italia il gas necessario all’alimentazione di almeno 12mila camion e fino a 48 traghetti all’anno.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui