Prima della scala: c’è la riminese Sara Barbieri nel “Macbeth”

A danzare le coreografie di Ezralow sul palco milanese della prima di Macbeth c’è pure la riminese Sara Barbieri, da molti anni a Milano. Sara è alla sua terza prima della Scala, e pure lei chiude la trilogia verdiana giovanile dopo “Giovanna D’Arco” (2015) e “Attila” (2018), per la prima volta danza pezzi di Ezralow. «Ci ha sorpresi la scelta del coreografo, estraneo a questo tipo di produzioni – dice Sara –, lieti che i tre ballabili dell’opera non siano stati tagliati come spesso avviene. È un segnale importante per la danza, specialmente dopo questi due anni di fermo. Ezralow ha fatto una selezione eclettica chiamando ballerini molto diversi, chi proveniente dalla classica, chi dalla contemporanea, chi dalla danza di strada. Nonostante le diversità, ha saputo amalgamarci con risultato omogeneo». La romagnola ne apprezza lo stile: «Quella di Ezralow è una danza molto fisica, atletica ed estetica, mi ha stupito il suo metodo creativo, molto visionario. È partito da sue immagini mentali per incentrare ogni ballabile su uno dei tre personaggi di Macbeth. Ci ha spinto a lavorare sulla sua suggestione mentale; i passi sono arrivati in un secondo momento, improvvisamente». «Sia il regista David Livermore sia il coreografo Daniel Ezralow sono personalità forti, ma la combinazione è stata esplosiva. Credo che danza, teatro, opera, debbano osare di più portando nella lirica anche coreografi di fama».

Macbeth è in diretta in molti cinema della Romagna e su Rai1 dalle 17.45. cla.ro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui