Otto pretendenti per l’ex bagno dell’Esercito a Marina di Ravenna

RAVENNA. Sono otto le domande per il bando dello stabilimento balneare un tempo dei militari, fino al luglio dell’anno scorso ancora di proprietà del demanio e già in passato messo a gara, senza risultato. Questa volta l’obiettivo è a portata di mano vista la quantità di “buste” giunte per candidarsi ad acquisire la concessione dello stabilimento balneare che potrebbe pertanto tornare a nuova vita già dalla prossima estate.

«Accelerare i tempi»
L’obiettivo da parte dell’Amministrazione è infatti quello di fare in fretta. «Troviamo necessario accelerare ii tempi – riferisce l’assessore alle Attività produttive, Massimo Cameliani – in maniera tale che chi risulterà vincitore del bando possa trovarsi in fretta nella disponibilità dell’immobile. Sarà infatti necessario ristrutturarlo e se tutto andrà per il verso giusto riteniamo che il nuovo gestore potrà trovarsi nelle condizioni di aprirlo già nel 2020, se non ad aprile almeno a giugno o luglio».
Secondo il componente della Giunta si tratta di «un bel risultato per Marina di Ravenna vista la buona risposta degli operatori – è la considerazione di Cameliani -. Siamo stati quindi premiati nella scelta di acquisirlo come Comune perché così facendo ora ci troviamo nelle condizioni di eliminare quello che era ormai un angolo di degrado e contemporaneamente daremo una possibilità in più di investimento in una località che ha dimostrato ancora una volta di essere attrattiva per chi vuole fare impresa».

Un po’ di storia
Lo stabilimento balneare di Marina di Ravenna conteso dagli otto operatori che hanno presentato l’offerta era in uso all’Esercito fino a una quindicina di anni fa. Negli anni Settanta era il bagno Stella, posto tra il Taormina e l’odierno bagno Paradiso. Oggi è una costruzione fatiscente, in pieno degrado che aspetta da tempo la riqualificazione. Il manufatto è infatti in stato di abbandono, le cabine prossime al crollo, si registrava la presenza di amianto. Il tutto racchiuso in un’area recintata per un tratto di spiaggia di pregio, peraltro tra le più ampie tra quelle esistenti nel litorale di Marina di Ravenna. I locali dell’ex bagno Stella erano, come detto, stati consegnati al Comune nel luglio del 2018, dopo che il ministero della Difesa aveva restituito l’area demaniale alla Capitaneria di porto. Ora potrebbe finalmente vivere una nuova stagione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui