Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio predisposti dal Commissariato di Cesena, che sono finalizzati anche a fronteggiare il fenomeno delinquenziale in genere, mapure per tutelarel’osservanza del nuovo Dpcm in vigore e sempre con particolare riguardo al triste e noto fenomeno dello spaccio che coinvolge anche giovanissimi, poliziotti dell’ufficio controllo del territorio, hanno arrestato lunedì scorso per detenzione ai fini di spaccio L.B., 23 anni, residente in una frazione di Cesenatico.

Era ormai sera quando, notando un movimento sospetto di auto, gli agenti a Gattolinohanno controllato una macchina in particolare, con a bordo il 23enne che da subito mostrava un forte stato di agitazione.

Gli agenti durante l’identificazione del 23enne (avvenuta in strada) hanno sentito provenire dall’abitacolo il forte odore tipico dell’hashish. Nell’auto c’erano 15 grammi nascosti dentro al cruscotto (sotto il volante), e nel vano della portiera c’erano un bilancino di precisione ed un coltello sulla cui lama c’erano ancora frammenti di droga. Altri 26 grammi di hashish erano invece stati buttati a terra nel tentativo di disfarsene.

A quel punto è scattata anche la perquisizione domiciliare per L.B.. Acasa suac’erano altri due panetti di hashish per un totale a quel punti di circa 120 grammi. Ma anche la somma di circa 5.000 euro ritenuta dall’accusa provento di spaccio.

Arrestato, il 23enne la mattina successiva è comparso davanti al giudice Maurizio Lubrano. Che ha convalidato l’arresto, ha disposto il sequestro della droga ma non dei 5.000 euro in contanti che gli sono stati restituiti. Attendendo il giudizio il giovane (difeso dall’avvocato Francesca Francia) avrà l’obbligo di dimora nel comune di Cesenatico. L’emergenza Covid ha fatto sì che il giudice non abbia impostatiuna data per il giudizio direttissimo.

Argomenti:

gattolino

hashish

polizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *