Premilcuore, restaurato il parco della Fontanalda

Restaurato grazie al progetto “Vias animae – le strade ritrovate” con una spesa vicina ai 500mila euro, in collaborazione con i comuni di Santa Sofia e Bagno di Romagna, ed il finanziamento dei fondi dell’Unione Europea, il parco di Fontanalda si mostra adesso pronto a ricevere i turisti che affollano le rive del Rabbi.

Camperisti od escursionisti troveranno un’area di oltre 18mila metri quadrati quasi completamente ridisegnata di cui il comune ha provveduto ad affidare la gestione, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, all’interno di un progetto da presentare che contemplava la valorizzazione dell’area dove in questi ultimi giorni sono in corso lavori nell’edificio adibito a chiosco con il rifacimento del tetto e l’installazione della caldaia e dell’impianto di riscaldamento. Su due ditte invitate a presentare l’offerta, (ne è giunta soltanto una), è stata approvata quella della Cooperativa Fare del Bene di Galeata che ha ottenuto la concessione valida nove anni fino a tutto il 2030.

L’area del Parco adiacente ad uno dei luoghi più visitati per la balneazione fluviale, con la piscina naturale della Lastronata, ed a 500 metri dal centro storico, dispone oltre che del parco alberato, in cui verranno collocati anche una cinquantina di tavoli per il pic-nic, anche di una zona riservata ai camperisti con 16 piazzole e quattro colonnine elettriche. Completano l’arredamento dell’intera area la piscina (7×4) con profondità variabile da 120 a 160 centimetri ed illuminazione con quattro fari a led sul fondo e due scale di accesso in acciaio, completa di riciclo totale dell’acqua, e spogliatoi.

Il gestore, per la piscina, dovrà garantire, nei periodi di apertura, la presenza costante di un professionista con patentino di salvataggio in pratica il “bagnino”. Inoltre in base al progetto Vias Animae è stato realizzato anche un campo da beach volley (14×22) con fondo sabbioso. La Cooperativa “Fare del Bene” con l’accettazione della gestione dovrà inoltre garantire l’apertura del complesso turistico per almeno 120 giorni all’anno , tutti i fine settimana da marzo a ottobre e tutti i giorni nei mesi di giugno, luglio e agosto con orario minimo dalle 9 alle 21.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui