Posto di polizia estivo, sindaco di Cesenatico scrive al prefetto

Posto fisso di polizia estivo in Riviera: la politica torna alla carica e il caso è arrivato in un’aula parlamentare. Una prospettiva e una richiesta alla quale nel corso degli anni il sindaco Gozzoli non ha mai rinunciato, più volte se ne è fatto interprete, per la verità senza riscuotere particolare riscontro. E quest’anno si è già rivolto con una lettera al prefetto.

Il posto fisso della polizia di stato nell’ex caserma di viale Leonardo da Vinci prima è stato ridotto all’osso nei tempi, a poco più di un mese, e l’estate 2022 ridotto a un simulacro a cavallo tra luglio e ferragosto, dove non si poteva neppure dire che c’era. Ci hanno provato a riottenerlo amministratori locali, sindacalisti, parlamentari, operatori economici. Tutti o quasi senza esito. Ora a riprovarci è il parlamentare della Lega Gianni Tonelli che martedì ha depositato una interrogazione parlamentare alla ministra dell’interno Luciana Lamorgese per chiedere come intenda affrontare il problema, al pari dell’invio dei rinforzi estivi come avveniva tempo fa per i presidi estivi di Pinarella di Cervia, Cesenatico, Bellaria e Riccione.

Il sindaco Matteo Gozzoli richiama: «Venerdì 11 febbraio ho scritto al prefetto una lettera per mettere a fuoco il tema dei rinforzi estivi, così importanti per il territorio di Cesenatico e chiedere quali indicazioni e intenzioni ci sono dal Viminale». Rinnova l’impegno: «Siamo partiti a lavorare come ogni anno, cercando di muoverci con largo anticipo per provare a far capire al meglio in quale situazione si trova la nostra cittadina durante la stagione». Avendo ben chiaro quanto sta avvenendo di increscioso nelle grandi città causa baby gang e microcriminalità, dichiara Gozzoli: «Le nuove dinamiche collegate a un turismo di prossimità, almeno nella prima parte della stagione, comportano già dal mese di maggio numerosi afflussi di turisti nei fine settimana. E a maggio quest’anno ripartiranno con ogni probabilità anche i grandi eventi sportivi con la Nove Colli su tutti. Occorre valutare come il miglioramento della situazione pandemica porterà a presenze più numerose rispetto al passato e lo farà in netto anticipo». Avverte come Cesenatico abbia bisogno di sostegno, sia per quanto riguarda il posto estivo di polizia che per i rinforzi di uomini a carabinieri e guardia di finanza, «per i quali negli scorsi anni il Comune di Cesenatico – ha concluso Gozzoli – ha sempre contribuito a compartecipare per le spese di vitto e alloggio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui