Portico e Rocca San Casciano in lotta per la palestra

La squadra giovanile mista di pallavolo di Rocca San Casciano è costretta a usufruire della palestra di Modigliana per due venerdì al mese dato che il sindaco di Portico, Maurizio Monti, nega l’autorizzazione per utilizzare l’impianto sportivo del suo paese. «Molti ragazzi di Portico si avvalgono dei servizi di Rocca, com’è giusto che sia e come dovrebbe essere dato anche gli accordi dell’Unione – affermano alcuni rocchigiani amareggiati per quanto accaduto –. È assurdo che non si possa utilizzare una struttura pubblica vicina quando tutti gli altri Comuni limitrofi hanno dato piena disponibilità non avendo, purtroppo, palestre di adeguate dimensioni. Ad oggi, grazie a questa decisione, le giovani giocatrici e giocatori sono costretti ad affrontare il monte fino a Modigliana. Speriamo che si possa porre rimedio a questa situazione».

Il disagio

Una decisione che dispiace e per il quale si era speso anche il primo cittadino di Rocca San Casciano, Pier Luigi Lotti: «Si tratta di una squadra composta da una ventina di ragazzi e ragazze iscritti al torneo Csi di pallavolo. Purtroppo qui in paese, come a Dovadola, non c’è una palestra idonea per poter disputare le gare in quanto il soffitto è troppo basso. A questo punto, come in passato, la società sportiva ha chiesto il permesso di poter usufruire degli spazi di Portico. Il sindaco, però, ha negato l’autorizzazione per tutelare i bambini delle scuole che utilizzano la palestra una volta alla settimana, più precisamente il giovedì. Mi è dispiaciuto, visto la collaborazione che c’è e c’è sempre stata tra i Comuni. Tra l’altro gli stessi ragazzini di Portico vengono qui per giocare a calcio. Ho provato a spiegare al collega che l’impiego per la squadra di Rocca sarebbe stato solo per due volte al mese e il venerdì. Non solo, abbiamo previsto anche due persone addette alla sanificazione e la stessa società sportiva si è dotata di apposito macchinario per procedere con la pulizia degli spazi. Purtroppo, però, non è stato possibile e ora i ragazzi della squadra si spostano fino a Modigliana».

La replica

Dall’altra parte il sindaco di Portico, almeno per il momento, non è intenzionato a fare marcia indietro. «La palestra verrà utilizzata solo ad uso scolastico, non posso permettermi di correre nessun rischio – spiega Maurizio Monti –. Fino ad ora, infatti, siamo l’unico Comune a non aver avuto casi di positività nelle scuole o nelle case di riposo. Quando saremo fuori dalla pandemia, allora se ne potrà riparlare. Non ho fatto eccezioni per la squadra di Rocca, ho già rifiutato altre richieste pervenute anche da Forlì e Castrocaro. Portico è una realtà piccola e non possiamo permetterci un custode per la palestra e verificare quanto effettivamente questo spazio venga utilizzato da esterni e che si proceda alla sanificazione».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui