Domani saranno otto mesi dalla chiusura in via sperimentale al traffico del Ponte di Tiberio. Era il 30 maggio scorso infatti quando, dopo il test del periodo natalizio, l’Amministrazione procedeva con la provvisoria pedonalizzazione del bimillenario ponte: una fase transitoria che dati i buoni risultati è stata prima prolungata prima fino alla fine dell’anno e poi ancora fino alla prossima estate, dando modo all’Amministrazione di testare le soluzioni di viabilità più idonee da adottare quando la pedonalizzazione sarà definitiva. In queste settimane infatti sta proseguendo il monitoraggio dei flussi di circolazione, anche in prospettiva di una crescita del volume di traffico legata ad un allentamento delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.   

La pedonalizzazione del Ponte di Tiberio, che resta uno degli obiettivi strategici del Piano urbano della mobilità sostenibile e del Psc, viaggia in parallelo alla riorganizzazione della mobilità lungo via Bastioni Settentrionali e via Circonvallazione Occidentale, al centro di un progetto il cui cantiere sarà avviato in primavera. Tre principalmente le azioni previste su questo asse a cerniera del centro storico, orientate a fluidificare la circolazione: l’istituzione del senso unico di marcia in direzione mare-monte lungo via Circonvallazione Occidentale, nel tratto da via Olivieri verso Piazza Malatesta; il prolungamento del percorso ciclopedonale che costeggia il parcheggio dell’area ex Sartini, che andrà a collegarsi al ponte di Tiberio e al percorso già esistente lungo la via Bastioni e che prosegue verso il mare; infine la riorganizzazione degli stalli per auto sempre lungo la via Circonvallazione Occidentale, con la creazione di nuovi posti possibile grazie all’istituzione del senso unico di marcia. Tra aprile e maggio è previsto l’avvio delle opere, che consentirà inoltre di concludere la fase temporanea relativa alla viabilità di accesso delle auto nel corso d’Augusto e via Ducale.   

“Una riorganizzazione che accompagnerà la pedonalizzazione definitiva del Ponte di Tiberio e che rientra nell’intervento strutturale sulla mobilità del quadrante urbano tra Statale e le due sponde del Marecchia fino al mare – commenta l’assessora alla Mobilità Roberta Frisoni – allo scopo di raggiungere uno degli obiettivi contenuti nel Pums e cioè alleggerire la mobilità veicolare privata delle auto nei pressi del centro storico allontanando il traffico di attraversamento. La riorganizzazione che interesserà via Bastioni Settentrionali e via Circonvallazione Occidentale va in questa direzione, nell’ottica di una città circolare, con una viabilità più fluida, organica e sostenibile”.

Argomenti:

lavori

pedonale

ponte

rimini

tiberio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *